Decreto proroghe Irap e assegno temporaneo in Gazzetta

Pubblicato il



Decreto proroghe Irap e assegno temporaneo in Gazzetta

Le decisioni prese dal Governo nella seduta del 29 settembre scorso sono confluite nel decreto-legge n. 132 del 30 settembre 2021, recante “Misure urgenti in materia di giustizia e di difesa, nonché proroghe in tema di referendum, assegno temporaneo e IRAP”, presente nella GU n. 234 del 30/9.

Tra le norme, si segnala lo spostamento del termine dal 30 settembre 2021 al 31 ottobre 2021 per la presentazione delle domande di assegno temporaneo per i figli con effetti retroattivi dal 1° luglio 2021.

La misura dell’“assegno ponte” è stata presa transitoriamente, con effetto fino al 31/12/2021, per dare tempo all’esecutivo dare seguito alla riforma riguardante il sostegno dei figli a carico attraverso l'assegno unico e universale.

Le domande inoltrate dopo il 31 ottobre saranno utili per ricevere la prestazione a decorrere dal mese di presentazione.

Possono beneficiarne i nuclei familiari con figli minori a carico e che non ricevono l’assegno per il nucleo familiare.

Nel Dl n. 132/2021 è presente anche il rinvio di due mesi, dal 30 settembre al 30 novembre 2021, del termine per restituire il saldo Irap 2019 e il primo acconto Irap 2020, non versati erroneamente.

Durante la crisi pandemica, è stato disposto, nei confronti di soggetti con determinati requisiti, l’eliminazione del versamento del saldo Irap 2019 e del primo acconto Irap 2020. A seguito di ciò alcuni contribuenti non hanno effettuato il pagamento ritenendo di rientrare tra gli esclusi. In seguito, però, è risultato che in alcuni casi i pagamenti dovevano essere effettuati per effetto del mancato rispetto dei limiti comunitari in tema di aiuti di stato.

Al momento, viene rilevato, la decisione della Commissione Europea sull'estensione delle nuove soglie del Quadro Temporaneo agli aiuti già autorizzati non sarà adottata entro settembre; da qui, la proroga del termine fino al 30 novembre prossimo.

Allegati