Studi di settore, penalità a rischio

Pubblicato il



La Finanziaria 2005 interviene in maniera radicale sulle regole di applicazione degli studi di settore, potenziando l'utilizzo di questo strumento analitico-induttivo da parte dell'Amministrazione finanziaria. In merito ai costi dell'adeguamento alle risultanze degli studi di settore, il nuovo comma 2-bis, dell'articolo 2, del dpr n. 195/99, è intervenuto distinguendo il periodo in cui trova applicazione per la prima volta lo studio di settore o in cui si applicano per la prima volta le modifiche conseguenti alla revisione dello studio stesso dai periodi d'imposta successivi. Per i periodi d'imposta di cui al secondo punto, l'adeguamento è effettuato con il versamento di una maggiorazione del 3% calcolata sulla differenza tra i ricavi o compensi derivanti dall'applicazione degli studi e i ricavi o compensi annotati nelle scritture contabili.

Allegati