ISA: anche per il 2022 applicabili cause di esclusione per Covid

Pubblicato il



ISA: anche per il 2022 applicabili cause di esclusione per Covid

Il 17 dicembre 2021, la Commissione degli esperti in materia di ISA ha esaminato una serie di questioni che vanno dalla revisione da effettuare nell’anno 2022 all’aggiornamento biennale passando dagli interventi da mettere in atto a causa dell’influenza del Covid sulle attività.

Anno 2022, cause di esclusione per Covid

Per tenere conto della crisi economica causata dall’emergenza Covid anche per l’anno 2021, la Commissione valuterà gli interventi di natura straordinaria da effettuare sui 175 indici in applicazione per il periodo d’imposta in corso, che non si discosteranno da quelli dell’anno 2020.

Nello specifico si potrebbe trattare:

  • della modifica degli indicatori elementari di affidabilità definiti tramite “stime panel” (ricavi/compensi per addetto; valore aggiunto per addetto; reddito per addetto);
  • della modifica degli indicatori elementari di affidabilità e di anomalia definiti da “soglie economiche di riferimento” (durata delle scorte; analisi dell’apporto di lavoro delle figure non dipendenti, copertura delle spese per dipendente, eccetera).

Dunque, gli ISA del 2021 saranno toccati da specifici interventi correttivi che integreranno sia gli 88 Isa in approvazione con il prossimo decreto che gli 87 non revisionati.

Tali interventi saranno approvati con provvedimento da emanare entro il 30 aprile 2022.

Con particolare riferimento alle cause di esclusione legate al Covid, la Commissione intende escludere dall’applicazione degli Indici i contribuenti che hanno subito una diminuzione dei ricavi ovvero dei compensi di almeno il 33% nel periodo d’imposta 2021 rispetto al periodo d’imposta 2019. La decisione potrebbe prevedere la non applicazione per alcune categorie economiche, particolarmente colpite dalle difficoltà.

Il Decreto del 2 febbraio 2021, con riferimento all’anno 2020, aveva anche indicato anche altre cause di esclusione dall’applicazione degli indici:

  • l’apertura della partita Iva dal 1° gennaio 2019;
  • l’esercizio di attività economiche (indicate in un apposito elenco) colpite da più chiusure sempre a causa del dilagare del Coronavirus.

88 nuovi ISA

Via libera della Commissione agli 88 nuovi indici in applicazione dal periodo d’imposta 2021. L’atto dovrebbe essere emanato, a causa della proroga ex DL n. 34/2020, non entro il 31 dicembre 2021 bensì entro il 31 marzo 2022, salvo possibili anticipi.

Nel corso del nuovo anno, poi, potrebbe arrivare dei correttivi connessi ancora agli effetti prodotti dalla pandemia.

I nuovi ISA riguardano 31 attività del commercio, 18 attività professionali, 24 area dei servizi e 15 del comparto delle manifatture.

Programmi di aggiornamento

Altro punto trattato dalla Commissione dli esperti ISA è quello dell’approvazione del programma di aggiornamento di 87 Isa in applicazione dal periodo d’imposta 2022.

Allegati