Esposizione ad agenti cancerogeni, comunicazione online

Pubblicato il


Esposizione ad agenti cancerogeni, comunicazione online

Dal 10 febbraio 2021 le comunicazioni relative ai registri di esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni e ad agenti biologici devono essere trasmesse esclusivamente in via telematica attraverso il servizio online “Registro di esposizione”, a disposizione di tutti i datori di lavoro.

Ne dà notizia l’INAIL con la nota del 1° febbraio 2021.

Registri di esposizione ad agenti cancerogeni, il servizio telematico

L'INAIL ha reso disponibile il servizio telematico, denominato "Registro di esposizione", al fine di consentire ai datori di lavoro di adempiere all'obbligo di trasmissione espressamente previsto dal legislatore nell'ambito delle specifiche disposizioni di protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da agenti cancerogeni e mutageni e da agenti biologici.

L'introduzione del Registro di esposizione informatizzato - utilizzabile in sede di rilascio dai soli datori di lavoro titolari di Pat, nonché ai soggetti da essi abilitati - ha rappresentato una semplificazione importante in quanto consente, con un unico inserimento telematico, di adempiere a quanto previsto dalla normativa vigente nei confronti di INAIL e dell'organo di vigilanza in considerazione del fatto che l'applicativo è immediatamente accessibile ai funzionari dei Servizi di prevenzione delle Aziende sanitarie locali tramite le credenziali in loro possesso.

Registri di esposizione ad agenti cancerogeni, decorrenza dell’obbligo

Stante il periodo di tempo trascorso dall'entrata in vigore dell'obbligo di invio telematico, si ritiene conclusa la necessaria fase di transizione connessa all'utilizzo dell'applicativo informatico, che ha previsto, nella sua prima applicazione, la disponibilità dell'Istituto ad acquisire e integrare nel richiamato applicativo i dati dei registri che i datori di lavoro hanno trasmesso in formato cartaceo o tramite PEC.

Pertanto, a decorrere dal 10 febbraio 2021, non sarà più possibile da parte dell'Istituto ricevere ulteriori invii delle comunicazioni in argomento con modalità diverse dal servizio online.

Tuttavia, qualora successivamente a tale data, dovessero pervenire ulteriori comunicazioni via PEC o in modalità cartacea, in una logica di fattiva collaborazione, si provvederà a contattare i datori di lavoro al fine di rappresentare la necessità di procedere all'invio telematico dei dati afferenti i Registri di esposizione in argomento nonché fornire adeguata assistenza nei casi in cui fossero rappresentate eventuali problematiche legate all'inserimento di tali dati.

Per quanto concerne l'accesso ai servizi online disponibili sul portale dell'Istituto si rimanda alle istruzioni fornite con circolare n. 36 del 19 ottobre 2020, rammentando che le credenziali INAIL già rilasciate potranno essere utilizzate fino alla loro naturale scadenza e, comunque, non oltre il 30 settembre 2021.

Dal 1° ottobre 2021, invece, sarà operativo esclusivamente l'accesso tramite SPID, CIE e CNS per tutte le categorie di utenti.

Allegati