Bonus per investimenti pubblicitari, proroga nel dl Sostegni bis

Pubblicato il


Bonus per investimenti pubblicitari, proroga nel dl Sostegni bis

Tra le proroghe annunciate nel Decreto Sostegni-bis” (D.L. n. 73/2021), pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 123 del 25 maggio 2021, trova spazio anche il differimento – per il 2021 – del credito d’imposta per investimenti pubblicitari e di sponsorizzazione effettuati in favore in favore di leghe e società sportive professionistiche e di società e associazioni sportive dilettantistiche, introdotto per il 2020 dal “DL Agosto”.

DL Sostegni-bis: bonus investimenti pubblicitari nel settore sportivo

Il credito d’imposta in argomento ha la finalità di promuovere la propria immagine ovvero i propri prodotti e servizi, tramite campagne pubblicitarie effettuate da società ed associazioni sportive professionistiche e dilettantistiche che investono nei settori giovanili.

Sono incluse le sponsorizzazioni, nei confronti di leghe che organizzano campionati nazionali a squadre nell’ambito delle discipline olimpiche e paralimpiche ovvero società sportive professionistiche e società ed associazioni sportive dilettantistiche iscritte al registro CONI operanti in discipline ammesse ai Giochi olimpici e paralimpici e che svolgono attività sportiva giovanile.

Restano esclusi, invece, gli investimenti in campagne pubblicitarie, incluse le sponsorizzazioni, in favore di società e associazioni sportive che aderiscono al regime fiscale agevolato previsto dalla L. n. 398/1991.

Credito d’imposta per investimenti pubblicitari: importo

Il bonus verrà riconosciuto sotto forma di credito d’imposta, d’importo pari al 50% degli investimenti effettuati dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021 in campagne pubblicitarie. Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite modello di pagamento F24, previa istanza diretta al Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Il credito d’imposta è attribuito nel limite di spese di 90 milioni di euro; nel caso di insufficienza delle risorse disponibili rispetto alle richieste ammesse, si procede alla ripartizione tra i beneficiari in misura proporzionale al credito d’imposta spettante.

Agevolazioni per investimenti pubblicitari nel settore sportivo: condizioni e limiti

Per poter usufruire del credito d’imposta per investimenti pubblicitari, occorre rispettare le seguenti condizioni e limiti:

  • l’investimento agevolabile deve essere di importo complessivo non inferiore a 10.000 euro;
  • le leghe e società sportive professionistiche e società ed associazioni sportive dilettantistiche devono avere ricavi, relativi al periodo d’imposta precedente, e comunque prodotti in Italia, almeno pari a 150.000 euro e fino a un massimo di 15 milioni di euro;
  • le società sportive professionistiche e società ed associazioni sportive dilettantistiche, devono certificare di svolgere attività sportiva giovanile.

Infine, non bisogna dimenticare che i pagamenti relativi agli investimenti pubblicitari e di sponsorizzazione devono essere effettuati con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento tracciabili.

Allegati