Tavolo tecnico Inps – Cndcec. Le risposte dell'Istituto

Pubblicato il



Tavolo tecnico Inps – Cndcec. Le risposte dell'Istituto

Il Cndcec divulga, con la nota informativa n. 16/2018, un documento del 24 gennaio 2018, di riepilogo del tavolo tecnico Inps – Cndcec, relativo ad alcune problematiche che riguardano l'area lavoro.

Nel documento, redatto dal gruppo di lavoro del Cndcec per i rapporti con l'Inps, le risposte dell'Istituto. Di seguito alcune.

Premi di risultato come procedere per l'applicazione di tale esonero

Sull'agevolazione contributiva, nel limite di 800 euro, sui premi di risultato detassabili che derivano da Contratti aziendali stipulati dopo il 24/4/2017, reintrodotta dal D.L.50/2017 (manovra correttiva), nel caso “Coinvolgano pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro”, l'Inps ha detto che entro i primi 15 giorni del mese di febbraio avrebbe diffuso una specifica circolare esplicativa con indicazione del codice Uniemens da utilizzare per tali importi nei flussi di denuncia mensile.

L’Istituto segnala che in caso di denuncia Uniemens senza l’utilizzo del codice precipuo, gli importi dovranno essere assoggettati ad ordinaria contribuzione. In tale evenienza, all’uscita della circolare occorrerà effettuare una successiva denuncia di variazione per il recupero della contribuzione.

Durc

In merito alla questione della necessità di poter richiedere il DURC on line qualche giorno prima della scadenza del precedente documento, di modo che in caso di problemi dovuti anche a mancata acquisizione da parte dell’INPS di comunicazioni effettuate nel cassetto previdenziale ci sia il tempo per acquisirle così da ottenere una nuova emissione del DURC tempestiva, l’Ente ribadisce che: non è in alcun modo possibile inoltrare nuove richieste di Documento di regolarità contributiva prima della scadenza di quello in corso di validità al momento della domanda.

Parimenti, non è al momento possibile anticipare la fase istruttoria al solo fine di verificare la presenza/assenza di irregolarità contributive.

Sotto quest’ultimo profilo, però, l’Istituto avvisa che è in via di sperimentazione una nuova piattaforma telematica attraverso la quale sarà possibile effettuare consultazioni circa la presenza di eventuali scoperture contributive relative a tutte le gestioni INPS così da poter anticipare la loro regolarizzazione in vista del nuovo ottenimento del DURC.

Nel documento anche alcune comunicazioni Inps

Tra gli annunci Inps, inseriti nel documento, quello sui nuovi incentivi alle assunzioni - legge di bilancio 2018 – per cui l’Istituto informa che è in corso l’implementazione di una utility sul portale INPS atta a verificare il possesso dei requisiti soggettivi del lavoratore che si intende assumere con agevolazione. Sarà possibile accertare la circostanza che gli stessi non siano stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro, nonché, in caso di “portabilità” dell’incentivo ad altro datore di lavoro, la durata residua dell’agevolazione spettante.

Il risultato dell’interrogazione, che sarà effettuata tramite codice fiscale del lavoratore interessato, non costituirà per l’Ente un atto di certificazione bensì di mera ricognizione delle banche dati (ad oggi incomplete).

Si prevede, pertanto, la persistente necessità di acquisizione di autocertificazione in tal senso da parte di ciascun lavoratore.

Allegati Anche in
  • eDotto.com - Edicola del 30 ottobre 2017 - Legge di bilancio 2018 Incentivi per l'occupazione stabile anche in agricoltura - Moscioni