INL-CNCE, siglato il Protocollo d’intesa

Pubblicato il


INL-CNCE, siglato il Protocollo d’intesa

Siglato il Protocollo di intesa INL (Ispettorato Nazionale del Lavoro) - CNCE (Commissione Nazionale per le Casse Edili) che sancisce e promuove una proficua collaborazione tra i due Enti sia al livello nazionale che territoriale, basata sullo scambio di informazioni, dati e notifiche preliminari, sulla creazione di un tavolo permanente nazionale e di ulteriori tavoli tecnici territoriali e sulla promozione di campagne comuni di informazione e di attività formative.

INL-CNCE, obiettivo del Protocollo d’intesa

Il Protocollo segna un passo importantissimo per la collaborazione tra il sistema dell’INL e delle Casse Edili/Edilcasse sia al livello nazionale che territoriale, per la promozione della regolarità, per la lotta all’evasione e al dumping contrattuale anche mediante la diffusione di buone prassi in materia di tutela del lavoro e dei lavoratori, strategiche per l’evoluzione del settore e per lo sviluppo e la crescita competitiva dello stesso, soprattutto in un momento particolarmente difficile quale quello che viviamo a seguito della pandemia.

“Con la firma di questo Protocollo – ha detto il Direttore INL, Leonardo Alestra nel suo intervento – si mira a una strategia comune di accompagnamento della ripresa del sistema produttivo nella legalità.”

INL-CNCE, proseguimento degli obiettivi comuni

Il Protocollo è finalizzato al perseguimento dei seguenti obiettivi comuni:

  • porre in essere forme di scambio di informazioni e dati tra gli Ispettorati Territoriali del Lavoro e le Casse Edili/Edilcasse aderenti alla rete CNCE, volte a garantire trasparenza e correttezza dei soggetti operanti sul mercato nonché a contrastare fenomeni di dumping contrattuale;
  • creare in tavolo tecnico nazionale permanente per valutare le risultanze delle azioni poste in essere a livello e implementare/modificare i contenuti del Protocollo stesso;
  • promuovere campagne comuni di informazione e azioni in materia formativa.

Carlo Trestini, Presidente CNCE, ha così concluso: “Ritengo fondamentale, nel delicato momento che stiamo vivendo, aver suggellato una simile alleanza che propone azioni concrete alla luce degli obbiettivi da sempre condivisi per la promozione della regolarità, a tutela della corretta competitività sul mercato e a favore della buona occupazione e delle imprese regolari.”

Allegati