Fatturazione elettronica tra privati Applicazione web

Pubblicato il



Fatturazione elettronica tra privati Applicazione web

Dal 1° luglio è disponibile sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate la prima versione dell'applicazione gratuita che consente ai contribuenti di generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche tra privati, secondo quanto disciplinato dal Dlgs n. 127/2015.

Nel pieno rispetto dei tempi indicati dal suddetto provvedimento, infatti, l'Amministrazione finanziaria - con il supporto del partner tecnico del Mef, Sogei - ha messo a disposizione dei contribuenti titolari di partita Iva un’applicazione web utilizzabile sia per le fatture tra privati che per le fatture con la PA.

Da luglio 2016, infatti, inizia la fase sperimentale anche per imprese, artigiani e professionisti, che grazie a questa applicazione e le precedenti specifiche tecniche per la veicolazione delle fatture elettroniche tra privati tramite il Sistema di Interscambio, fornite sempre dalle Entrate, possono iniziare la fase di collaudo della fatturazione elettronica tra privati prima del 1° gennaio 2017, data a partire dalla quale la fase di memorizzazione e trasmissione dei dati dei corrispettivi giornalieri diventerà obbligatoria per tutti.

Come funziona la web application

Si può accedere alla web application dal sito internet dell'Agenzia, utilizzando le credenziali Entratel o Fisconline fornite agli utenti dei servizi telematici, oppure con le credenziali di Spid e della Cns (Carta nazionale servizi).

È disponibile un apposito servizio di assistenza che guida i contribuenti all'uso del nuovo strumento.

Con pochi passaggi guidati, quindi, gli utenti possono creare, visualizzare e salvare i documenti fiscali e poi decidere quando e come inviarli ai clienti.
A tal proposito, dal 1° gennaio 2017, i fornitori di beni e servizi potranno scegliere anche il Sistema di Interscambio (attualmente obbligatorio per i fornitori della PA), in via facoltativa, per la fatturazione tra privati. Il servizio, inoltre, permetterà di conservare a norma le fatture elettroniche, emesse o ricevute, purché in formato XML.

Vantaggi

Come si legge nel comunicato stampa delle Entrate del 1° luglio 2016, grazie a questa applicazione web per la generazione, conservazione e trasmissione delle fatture elettroniche, si semplifica ulteriormente il rapporto tra Fisco e contribuenti. Il progressivo impiego della fatturazione elettronica, sia nei rapporti con la PA che con i privati, consentirà inoltre un risparmio dei costi di carta, stampa, archiviazione e una gestione più rapida ed efficiente delle fatture.

Prossimi passaggi

L'Agenzia delle Entrate proseguirà a potenziare gli strumenti e i servizi telematici con cui i contribuenti potranno scegliere di memorizzare/trasmettere i dati dei corrispettivi giornalieri a partire dal prossimo anno. Seguirà poi anche l'applicazione in formato di app per smartphone e tablet.

Allegati Links Anche in
  • eDotto.com – Edicola 21 giugno 2016 - Sperimentazione per fatture elettroniche tra privati – Pichirallo