Coronavirus. Tutte le misure della Cassa di previdenza dei commercialisti per gli iscritti

Pubblicato il


Coronavirus. Tutte le misure della Cassa di previdenza dei commercialisti per gli iscritti

La Cassa di previdenza dei dottori commercialisti rende noto che si attiverà in favore degli iscritti in oggettiva difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Con un comunicato online del 9 marzo 2020, la Cnpadc fa sapere che l’Ente sta “assumendo tutte le decisioni necessarie e i provvedimenti utili a garantire serenità per coloro che si trovino o dovessero trovarsi in stato di bisogno”.

A tal fine, ha già stabilito la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali in scadenza nel periodo dal 23 febbraio al 30 aprile 2020, fatta salva la facoltà di quanti vogliano comunque provvedere.

Nel frattempo, si sta provvedendo ad una riorganizzazione della struttura della Cassa stessa, per garantirne l’operatività anche in una situazione di necessità come questa.

Inoltre, in ottemperanza alle ultime disposizioni normative, è stato attivato un piano di emergenza che prevede il ricorso a forme di smart working in grado di garantire l'operatività e i servizi essenziali a favore degli associati.

Anche se temporaneamente è stato sospeso il servizio di ricezione al pubblico in sede, si potrà comunque contattare l’Ente attraverso sia i canali dedicati agli iscritti (servizio online PAT e PEC) che ai canali dedicati ai non iscritti (indirizzo mail: supporto@cnpadc.it).

Anche in
  • edotto.com – Edicola del 10 marzo 2020 - Coronavirus, smart working e ferie per gestire l’assenza a lavoro – Bonaddio