Dogane. E-commerce con procedure semplificate per merci di valore trascurabile

Pubblicato il


Dogane. E-commerce con procedure semplificate per merci di valore trascurabile

La determinazione direttoriale n. 100615 del 6 aprile 2021, dell’Agenzia delle Dogane, ha fissato delle semplificazioni per procedure e formalità da svolgere per le importazioni relative ad acquisti effettuati attraverso piattaforme e-commerce per merce di valore trascurabile avente come destinatario finale un soggetto privato, in considerazione della previsione di un notevole incremento di tali operazioni.

E-commerce con procedure semplificate. Ambito di applicazione

L’articolo 1 della determinazione stabilisce che, fino all’entrata in vigore delle norme relative al c.d. pacchetto IVA per il commercio elettronico, è previsto l’accesso a procedure dichiarative con dati ridotti a seguito dell’ottenimento di una specifica autorizzazione per i soggetti che effettuano operazioni di introduzione nel territorio nazionale di merci non unionali, relative a spedizioni di valore trascurabile destinate a un soggetto privato, derivanti da vendite a distanza di beni mediante l’uso di una interfaccia elettronica - quale un mercato virtuale, una piattaforma, un portale internet o simili.

Il valore trascurabile è circoscritto a due diverse soglie: 22 oppure 150 euro. Sarà indicato all’interno dell’autorizzazione, che deve essere rilasciata in via preventiva.

E-commerce con procedure semplificate. Soggetti autorizzati e requisiti di accesso

E’ istituito dalla Direzione Dogane un apposito elenco, chiamato “e-commerce P4I” (platform for import), dove verranno iscritti i soggetti autorizzati, suddivisi in sezioni distinte in base alla categoria: Corrieri Espresso – Altri operatori economici.

Per l’iscrizione alla sezione “Altri operatori economici” dell’elenco suddetto, il richiedente deve essere in possesso di alcuni requisiti e condizioni di tipo oggettivo e soggettivo, tra cui:

  • 2.000 operazioni minime mensili, per le autorizzazioni efficaci dal 7 aprile 2021 e nessun numero di operazioni minime mensili, per le autorizzazioni efficaci dal 1° maggio 2021;
  • possesso dell’autorizzazione per lo sdoganamento presso “luogo approvato” nonché per “destinatario autorizzato transito”;
  • utilizzo del codice EORI e possesso dell’autorizzazione AEO C+S.

Per ottenere l’autorizzazione alle spedizioni di valore fino a 150 euro, è necessario:

  • essere titolari dell’autorizzazione alla dilazione di pagamento e alla costituzione di garanzia globale;
  • dal 10 maggio al 14 giugno 2021, avere disponibilità all’avvio della sperimentazione operativa, in ambiente reale, del nuovo sistema dichiarativo reingegnerizzato dell’Agenzia (invio delle informazioni previste dal tracciato H7 di cui all’allegato B del Regolamento delegato UE 2015/2446) per tutte le dichiarazioni della specie (valore da 22 a 150 euro).

E-commerce con procedure semplificate. Formalità

Dopo i controlli di sicurezza da eseguire sulle merci, i soggetti autorizzati potranno effettuare le formalità dichiarative in procedura ordinaria presso luogo approvato, con indicazione, al campo 33 del DAU, del codice convenzionale 9990 9909 00 al posto dello specifico codice di nomenclatura combinata identificativo della merce introdotta.

Tale semplificazione si applica anche alle operazioni della specie svolte dai soggetti autorizzati in procedura ordinaria presso dogana.

E-commerce con procedure semplificate. Istanza

Ai fini del rilascio dell’autorizzazione prodromica all’iscrizione all’elenco nella sezione di interesse, occorre presentare istanza entro e non oltre 15 giorni (quindi il 22 aprile) dalla pubblicazione della determinazione n. 100615/2021 presso l’Ufficio delle dogane competente sul luogo di tenuta delle scritture contabili principali ai fini doganali.

Il provvedimento di accoglimento della domanda è assunto nei successivi 10 giorni dalla Direzione Dogane, che inserisce il soggetto nell’apposito elenco.

Allegati