Documenti sanitari, più lunghi i termini per la consegna

Pubblicato il



Documenti sanitari, più lunghi i termini per la consegna

In materia di salute e sicurezza sul lavoro è previsto che il medico competente consegni all’INAIL la documentazione inerente le esposizioni a radiazioni ionizzanti dei dipendenti entro un termine dalla cessazione del rapporto di lavoro o dalla cessazione dell'attività di impresa.

Con comunicato del 28 settembre 2020 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso noto che tale termine, precedentemente pari a sei mesi, è stato ora portato a nove mesi decorrenti sempre dalla cessazione del rapporto di lavoro o dalla cessazione dell'attività di impresa comportante esposizioni alle radiazioni ionizzanti.

Si rammenta che, su richiesta motivata del medico autorizzato e valutate le circostanze dei singoli casi, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali può concedere la proroga ai predetti termini di consegna, giusto articolo 140 del D.Lgs. n. 101 del 31 luglio 2020, entrato in vigore il 27 agosto 2020.

Allegati