Consulenti: SR41 siano inseriti nel cassetto previdenziale dell’intermediario

Pubblicato il


Consulenti: SR41 siano inseriti nel cassetto previdenziale dell’intermediario

La presidente dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, chiede tramite missiva del 6 novembre 2020 al Direttore Generale dell'INPS, Gabriella Di Michele, la possibilità di visualizzare i pagamenti SR41 sul cassetto previdenziale dell’intermediario.

La richiesta era già stata effettuata in sede di riunione del tavolo tecnico tra il Consiglio Nazionale e l’Inps il 25 settembre 2020.

Importanti, secondo la Calderone, le motivazioni:

  • avere un riscontro sull'effettività dell'avvenuto pagamento;
  • permettere al datore di lavoro, in seguito a tale verifica, di sollecitare solo quelli effettivamente non pagati o eventuali scostamenti rispetto al modello inviato;
  • conoscere con esattezza la percentuale di bonus fiscale (ex Bonus Renzi) erogata dall’Istituto, ai fini dei conguagli fiscali in busta paga;
  • gestire correttamente gli assegni familiari correnti e, soprattutto, gli arretrati.

La richiesta, conclude lo scritto, non dovrebbe incontrare ostacoli legati alla violazione della normativa in materia di privacy, dato che i pagamenti sono effettuati sulla base di dati forniti dal datore di lavoro stesso.