Bonus asilo nido 2020 cumulabile con il voucher baby-sitting

Pubblicato il



Bonus asilo nido 2020 cumulabile con il voucher baby-sitting

È possibile cumulare il bonus asilo nido 2020 con il voucher baby-sitting previsto dal D.L. n. 18/2020 (cd. “Decreto Cura Italia”). L’erogazione del bonus asili nido, però, avviene esclusivamente in base all’effettivo sostenimento dell’onere da parte del genitore richiedente, tenuto a presentare i documenti giustificativi della spesa, quali le fatture emesse dall’asilo, le ricevute di pagamento ecc., entro la fine del mese di riferimento ovvero improrogabilmente entro il 1° aprile dell’anno successivo.

Il chiarimento giunge dall’INPS, con il messaggio n. 1447 dell’1 aprile 2020, a seguito di numerose istanze relative all’erogazione del bonus asilo nido 2020 anche per le mensilità interessate dalla sospensione dei sevizi educativi per l’infanzia a causa dell’emergenza da Coronavirus.

Voucher baby-sitting, sospesi i servizi educativi per l’infanzia

L’art 1 del Dpcm 4 marzo 2020, rubricato “Misure per il contrasto e il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19”, ha stabilito - a decorrere dal 5 marzo - la sospensione dei servizi educativi per l'infanzia.

Successivamente, il “Decreto Cura Italia” ha introdotto - in alternativa alla fruizione del congedo parentale straordinario - la possibilità di ottenere un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting per le prestazioni di assistenza e sorveglianza dei minori effettuate dal 5 marzo 2020.

Alla luce delle due misure previste dall’INPS, la questione risiede nella possibilità di erogare il bonus asilo nido, durante il periodo di sospensione dei servizi educativi, anche eventualmente in cumulo con il nuovo bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting.

Bonus asilo nido 2020, cumulabile solo in caso di pagamento della retta

Sul punto, l’INPS risponde positivamente. È possibile cumulare le due misure agevolative purché il richiedente dimostri di aver sostenuto l’onere di pagamento della retta. Non è richiesta anche la documentazione attestante l’effettiva frequenza del minore presso l’asilo nido al quale è stato iscritto.

Quindi, nei casi di contributo per la frequenza dell’asilo nido si ritiene non sussista alcuna incompatibilità con la concessione del bonus per l’acquisto dei servizi di baby-sitting, introdotto dal governo per fronteggiare l’attuale situazione imprevista e assolutamente emergenziale, fornendo alle famiglie il sostegno necessario all’accudimento dei minori nel nucleo familiare.

Allegati Anche in
  • edotto.com – Edicola del 25 marzo 2020 - Voucher baby-sitting, come fare domanda? – Bonaddio