Rafforzamento patrimoniale medie imprese, pronto il codice tributo per l'F24

Pubblicato il



Rafforzamento patrimoniale medie imprese, pronto il codice tributo per l'F24

Istituito, con la risoluzione n. 33/E/2021, il codice tributo per consentire l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per il rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni, per l’importo non fruito nella dichiarazione dei redditi.

Si tratta del codice “6942”, denominato: “Credito d’imposta per il rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni–investitori – art. 26, c. 4, DL n. 34 del 2020”.

Si ricorda che il Decreto Rilancio ha disposto che ai soggetti investitori che effettuano conferimenti in denaro in una o più società è riconosciuto un credito d'imposta in misura pari al 20% dell'ammontare del conferimento medesimo.

Tale credito d’imposta è utilizzabile:

  • nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta di effettuazione dell'investimento e in quelle successive fino a quando non se ne conclude l'utilizzo;

  • nonché, a partire dal decimo giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione relativa al 2020, anche in compensazione, ma solo per chi, dopo la prenotazione telematica, ha ricevuto l'ok del Fisco e il relativo importo.

Per l’utilizzo in compensazione del suddetto credito d’imposta, il modello F24 è presentato esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, pena il rifiuto dell’operazione di versamento.

L’importo del credito d’imposta spettante può essere consultato nella sezione “Cassetto fiscale”, accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, al link “Crediti IVA / Agevolazioni utilizzabili”.

Rivendite di tabacchi, codice tributo per l’incameramento del deposito cauzionale

Con la risoluzione n. 32/E/2021, invece, l’Amministrazione finanziaria, facendo seguito alla nota prot. n. 86320 del 22 marzo 2021 dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha istituito il codice tributo per consentire il versamento, mediante il modello “F24 Accise”, delle somme per l’incameramento del deposito cauzionale a seguito di disdetta, revoca o rinuncia relative alla gestione delle rivendite di tabacchi, di cui alla legge 22 dicembre 1957, n. 1293 e successive modificazioni.

Il codice tributo è il seguente: “5480” denominato “Incameramento cauzione rivendita tabacchi”.

In sede di compilazione del modello “F24 Accise”, il codice tributo è esposto nella “Sezione Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, indicando:

  • nel campo “ente”, la lettera “M”

  • nel campo “prov.” la sigla della provincia di appartenenza della rivendita tabacchi

  • nel campo “codice identificativo”, il Cmnr (Codice meccanografico nazionale rivendita) composto da 6 cifre

  • nel campo “mese”, il mese cui si riferisce il versamento, nel formato “MM”;

  • nel campo “anno di riferimento”, l’anno del versamento, nel formato “AAAA”.

Allegati Links