Pensione dicembre 2021, modalità di pagamento

Pubblicato il



Pensione dicembre 2021, modalità di pagamento

L’Inps comunica, nella sezione notizie del proprio sito istituzionale, le informazioni sul cedolino della pensione di dicembre 2021: la data e le modalità di pagamento, le maggiorazioni e le istruzioni sul conguaglio fiscale.

Il soggetto interessato potrà consultare il cedolino attraverso il servizio online, disponibile sul portale dell’Istituto.

Data di pagamento

Ai sensi dell’ordinanza 12 novembre 2021, n. 808 della Presidenza del Consiglio dei ministri, anche per la mensilità di dicembre è prevista l’anticipazione del pagamento.

La prestazione verrà corrisposta dal 25 novembre al 1° dicembre 2021, in base alle iniziali del cognome del titolare della pensione.

Si rammenta che, trattandosi di un’anticipazione dell’erogazione, la maturazione del rateo decorre, in ogni caso, dal primo giorno bancabile del mese.

Pertanto, qualora la somma erogata dovesse risultare indebita, l’Istituto ne richiederà la restituzione.

Il pagamento della pensione avverrà con valuta 1° dicembre.

Maggiorazione degli importi dell’Assegno per il Nucleo Familiare

Per i soggetti beneficiari dell’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) è prevista una maggiorazione dell’assegno stesso.  

La maggiorazione in questione trova applicazione esclusivamente per il periodo dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021. Tuttavia, non verrà riconosciuta se l’importo ANF spettante non sia superiore a zero.

L’aumento è pari a:

  • euro 37,50 per ciascun figlio, per nuclei fino a due figli;
  • euro 55,00 per ciascun figlio, per nuclei con minimo tre figli.

Pensioni delle gestioni pubbliche: assegno sostitutivo dell’accompagnatore militare

L’importo dell’assegno sostitutivo ha il seguente valore:

  • euro 900 mensili per i pensionati affetti dalle invalidità di cui alla lettera A, numeri 1, 2, 3, 4, secondo comma e A-bis della tabella E allegata al D.P.R. 23 dicembre 1978, n. 915, e successive modificazioni;
  • euro 450 mensili per i pensionati affetti dalle invalidità di cui alla lettera B, numero 1; C; D ed E, numero 1 della tabella E.

Erogazione quattordicesima

La somma aggiuntiva per la rata di dicembre 2021 è prevista qualora siano presenti i seguenti criteri:

  • pensioni della gestione privata: per i soggetti che sono in possesso dei requisiti anagrafici (64 anni di età) dal 1° agosto e per i soggetti divenuti titolari della prestazione nel corso del 2021, qualora si trovino in possesso delle ulteriori condizioni richieste;
  • pensioni della gestione pubblica: per i soggetti che sono in possesso dei requisiti anagrafici (64 anni di età) per l’accesso alla prestazione dal 1° luglio al 31 dicembre 2021, nonché in favore dei soggetti divenuti titolari della prestazione nel corso del 2021, qualora si trovino in possesso delle ulteriori condizioni richieste.

Importo aggiuntivo di 154,94 euro per l’anno 2021

È previsto un importo aggiuntivo pari a 154,94 euro in favore dei pensionati delle gestioni private e dello spettacolo e sportivi professionisti, qualora l’importo pensionistico complessivo non sia superiore al trattamento minimo e i relativi redditi rispettino le condizioni previste dalla legge.

Conguaglio da modello 730/2021 ordinario e integrativo                

Le operazioni di abbinamento delle risultanze contabili derivanti dal modello 730 proseguono anche per la mensilità di dicembre, nei confronti dei soggetti che hanno indicato l’Inps come sostituto d’imposta e i cui flussi siano pervenuti da Agenzia delle Entrate successivamente al 30 giugno 2021.

Nello specifico, sul rateo di pensione si procede:

  • al rimborso dell’importo a credito del contribuente;
  • alla trattenuta, nei casi di conguaglio a debito del contribuente.

Infine, i soggetti titolari di pensione potranno effettuare il controllo delle risultanze contabili della dichiarazione e i relativi esiti tramite il seguente servizio online “Assistenza fiscale (730/4): servizi al cittadino”.