Ordini professionali, nomina del Responsabile per la Transizione Digitale

Pubblicato il


Ordini professionali, nomina del Responsabile per la Transizione Digitale

A seguito delle richieste di chiarimenti da parte dei Presidenti dei Consigli degli Ordini territoriali al Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, in merito alla nomina del Responsabile della Transizione Digitale e alle varie scadenze in materia di digitalizzazione, il Presidente del Consiglio Nazionale, Massimo Miani, con l’informativa 15 settembre 2021, n. 90, ha fornito le risposte e le istruzioni utili ad ottemperare agli adempimenti in materia di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.

Nello specifico, l’informativa in commento richiama le norme del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) che disciplinano la figura del Responsabile della Transizione Digitale nonché i settori in cui deve essere nominato.

Si precisa che, in ossequio ai provvedimenti del Difensore civico per il digitale relativamente agli ambiti in cui deve essere nominato il RTD, l’obbligo di nomina è imposto anche agli ordini professionali e ai relativi Consigli nazionali.

La nomina a Responsabile deve investire esclusivamente un soggetto interno all’ente che possiede adeguate competenze tecnologiche, informatico-giuridiche e manageriali e viene nominato dall’organo di vertice dell’ente.

Le scadenze previste in materia di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione per il 2021 – salvo eventuali modifiche da parte dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) con l’aggiornamento annuale del Piano triennale per l’informatica nella PA – sono le seguenti:

  • entro il 23 settembre 2021 – relativamente all’accesso dei soggetti disabili, le PPAA aggiornano la dichiarazione di accessibilità dei siti web utilizzando il form messo a disposizione da AgID all’indirizzo https://form.agid.gov.it;
  • entro il 30 settembre 2021 - le PPAA dismettono le credenziali di accesso ai servizi già rilasciate e diverse da SPID, CIE e CNS;
  • entro dicembre 2021 - piena applicazione delle Linee guida sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici, adottate dall’AgID.

Con riferimento alla prima scadenza, la mancata pubblicazione della dichiarazione di accessibilità comporta un inadempimento normativo, con la responsabilità prevista dalla Legge 9 gennaio 2004, n. 4.

Altresì, le Pubbliche Amministrazioni, entro il 31 marzo di ogni anno, devono pubblicare gli obiettivi di accessibilità per l’anno di riferimento e lo stato di attuazione del piano per l’utilizzo del telelavoro.

I documenti pubblicati sul sito Internet del Consiglio Nazionale dovranno rispondere ai criteri di accessibilità. Qualora la documentazione sia disponibile solo in formato non accessibile, dovrà essere rilasciato un contenuto testuale in formato accessibile che ne riepiloghi il contenuto garantendo una modalità di contatto con l’amministrazione per consentire alla persona con disabilità di ricevere informazioni alternative equivalenti al documento non accessibile.

Si rammenta, infine, che gli obiettivi di accessibilità vanno pubblicati nell’apposita sezione del sito internet dell’AgID all’indirizzo https://accessibilita.agid.gov.it/node/add/obiettivo e nella sezione Amministrazione trasparente del sito Internet dell’Ente.

Allegati