Nuova Marcora, sbloccati i finanziamenti agevolati. Indicazioni operative MiSE

Pubblicato il


Nuova Marcora, sbloccati i finanziamenti agevolati. Indicazioni operative MiSE

Via libera alle agevolazioni finalizzate a sostenere iniziative volte alla nascita, allo sviluppo e al consolidamento, su tutto il territorio nazionale, di società cooperative sociali e di produzione e lavoro.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto direttoriale datato 31 marzo 2021, ha stabilito i criteri, le modalità e i termini per:

  • la presentazione delle richieste di finanziamento agevolato (Nuova Marcora);

  • la stipula del contratto di finanziamento agevolato;

  • l’erogazione delle agevolazioni;

  • le procedure relative alla revoca delle agevolazioni.

Il decreto, in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, fa seguito all’altro provvedimento ministeriale del 4 gennaio 2021, che ha istituito un nuovo regime di aiuto per il sostegno delle società cooperative italiane di piccola e media dimensione.

Vengono definiti, così, gli aspetti operativi inerenti l’agevolazione e viene stabilito che, a partire dal 15° giorno successivo alla pubblicazione del predetto decreto direttoriale 31 marzo 2021 nella GU, si potranno presentare la richiesta di finanziamento agevolato e la relativa documentazione.

Nuova Marcora, soggetti beneficiari e iniziative ammissibili

Possono beneficiare dei finanziamenti agevolati le società cooperative:

  • regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese.

  • che si trovano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non siano in stato di scioglimento o liquidazione, non siano sottoposte a procedure concorsuali e che non si trovano in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà, così come individuata dal Regolamento di esenzione;

  • operanti in tutti i settori produttivi.

Le agevolazioni possono essere concesse, alternativamente, a fronte:

  • della realizzazione di programmi di investimento non ancora avviati alla data di presentazione della richiesta di finanziamento agevolato alle società finanziarie;

  • di esigenze di liquidità aziendale, direttamente finalizzate all’attività di impresa.

Le esigenze di liquidità possono essere commisurate alle seguenti voci di spesa:


a) materie prime, compresi i beni acquistati soggetti ad ulteriori processi di trasformazione, sussidiarie, materiali di consumo e merci;


b) servizi e beni necessari allo svolgimento delle attività dell'impresa;


c) godimento di beni di terzi; 


d) costi per il personale.


Nuova Marcora, documentazione e modalità di presentazione delle domande

Il nuovo intervento agevolativo prevede che la procedura di concessione del finanziamento agevolato a favore delle società cooperative continui ad essere gestita dalle società finanziarie partecipate dal MiSE a cui è affidata l’attuazione degli interventi ai sensi della Legge n. 49/1985, al fine di assicurare al “piano d’impresa” delle società cooperative un’adeguata ed equilibrata copertura finanziaria, sia in termini di mezzi propri sia di indebitamento a medio lungo termine.

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni, le società cooperative proponenti sono tenute a presentare alla Società finanziaria, CFI - Cooperazione Finanza Impresa Scpa, la seguente documentazione, allegata al provvedimento in oggetto:

  • Allegato n.2 - Modulo di domanda

  • Allegato n.3 - Piano di attività

  • Allegato n.4 - Modulo richiesta antimafia - nel caso in cui il valore del finanziamento agevolato richiesto sia pari o superiore a euro 150.000,00.

Ciascuna società cooperativa può presentare una sola domanda di finanziamento agevolato nell’arco di 36 mesi.

I finanziamenti agevolati:

  • hanno una durata non inferiore a 3 anni e non superiore a 10 anni, comprensivi di un periodo di preammortamento massimo di 3 anni;

  • sono rimborsati secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 31maggio e il 30 novembre di ogni anno;

  • sono regolati a un tasso di interesse pari allo zero per cento;

  • nel caso vengano concessi a fronte di nuovi investimenti, possono coprire l’intero importo del programma di investimento;

  • sono concessi per un importo non superiore a 5 volte il valore della partecipazione già detenuta dalla società finanziaria nella società cooperativa beneficiaria, e in ogni caso per un importo complessivamente non superiore ad euro 2.000.000,00.

Il finanziamento agevolato è erogato per stati di avanzamento lavori: il numero, i tempi e la consistenza minima degli stati di avanzamento del programma sono definiti dal contratto di finanziamento, tenuto conto dell’ammontare e dell’articolazione delle spese previste dal programma di investimento.

Allegati