Moratoria per le domande di CIG, la richiesta dei CdL

Pubblicato il


Moratoria per le domande di CIG, la richiesta dei CdL

A seguito dell'emanazione del Decreto Legge 30 novembre 2020, n. 157, che ha accolto le istanze dei Consulenti del Lavoro idonee a modificare la platea dei beneficiari dei trattamenti di integrazione salariale connessi all'emergenza epidemiologica da Covid-19, la Presidente, Marina Calderone, chiede al Ministro del Lavoro di procedere ad implementare le procedure di rettifica volte a garantire un'efficacia concreta della norma ed scongiurare discriminazioni ricadenti sui lavoratori.

Come noto, infatti, a seguito dell'emanazione dell'art. 13, della sopracitata disposizione normativa, anche i lavoratori assunti sino al 9 novembre 2020 potranno beneficiare dei trattamenti di integrazione salariale previsti dal Decreto Agosto (9 + 9 settimane).

L'applicazione della misura sconta, però, problemi applicativi per le imprese che abbiano già provveduto all'inoltro delle nuove istanze.

La Presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro chiede, ai fini di una agevole applicazione della disciplina, che venga introdotta:

  • una moratoria per la presentazione delle domande, qualora queste siano state presentate per il divieto preesistente all'introduzione del richiamato art. 13;
  • una procedura di integrazione delle domande già presentate che consenta, in maniera snella, di includere nelle istanze i lavoratori prima esclusi dalla fruizione degli ammortizzatori sociali del Decreto Legge 14 agosto 2020, n. 104.
Allegati