Credito d’imposta strutture ricettive, presentazione domande

Pubblicato il



Credito d’imposta strutture ricettive, presentazione domande

Pubblicata dal Ministero del Turismo la la versione aggiornata dell’Avviso pubblico recante le “modalità applicative per l’accesso alla piattaforma online per la concessione del credito d’imposta di cui all’articolo 79 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126".

Il precedente avviso ministeriale, datato 27 maggio 2022, aveva fissato come range temporale per l’inoltro delle domande da parte delle strutture ricettive interessate alla fruizione del credito d’imposta suddetto il periodo compreso tra il giorno 9 giugno 2022 e il giorno 13 giugno 2022.

Due giorni prima dell’apertura dello sportello, il Ministero del Turismo con nuovo avviso pubblico n. 7291/2022 ha modificato i termini di apertura della piattaforma. Tale Avviso aggiorna e sostituisce la versione pubblicata in data 27.05.2022.

E’ ora disposto che le domande possono essere compilate e presentate dalle ore 12:00 del giorno 13 giugno 2022 alle ore 12:00 del giorno 16 giugno 2022, accedendo alla piattaforma dedicata.

Il link di accesso alla piattaforma sarà pubblicato online il giorno 13 giugno 2022.

Eventuali richieste di assistenza potranno essere inviate esclusivamente a mezzo e-mail scrivendo all’indirizzo: assistenza_creditodimposta@ministeroturismo.gov.it.

Credito d’imposta strutture ricettive, istruzioni

Con l’Avviso Pubblico del 26 maggio 2022, il Ministero del Turismo ha comunicato le modalità applicative per l’accesso alla piattaforma online per la concessione e autorizzazione alla fruizione del credito d’imposta in favore delle strutture ricettive esistenti alla data del 1° gennaio 2012, di cui all’articolo 79, decreto legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126.

Con il decreto interministeriale 17 marzo 2022, prot. n. 3934, il Ministero del Turismo ha dettato le disposizioni applicative per l’attribuzione del suddetto credito d’imposta, in particolare:

  • le tipologie di strutture ricettive destinatarie, le tipologie di interventi ammessi all’agevolazione, le soglie massime di spesa eleggibile, i criteri di verifica e accertamento dell'effettività delle spese sostenute;
  • le procedure per l'ammissione delle spese per il riconoscimento e la fruizione;
  • le procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo del credito d'imposta medesimo;
  • le modalità per il rispetto del limite massimo di spesa.

L’agevolazione - rivolta alle strutture esistenti dal 1° gennaio 2012 – consiste in un credito d’imposta pari al 65% delle spese sostenute ed entro un limite massimo di 200.000 euro.

Gli interventi ammessi sono i seguenti:

  • manutenzione straordinaria;
  • restauro e risanamento conservativo;
  • ristrutturazione edilizia;
  • eliminazione delle barriere architettoniche;
  • incremento dell’efficienza energetica;
  • adozione di misure antisismiche;
  • acquisto di mobili e componenti d’arredo;
  • realizzazione di piscine termali, per i soli stabilimenti termali;
  • acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività;
  • termali, per i soli stabilimenti termali.

Presentazione domande

Previa autenticazione SPID, CIE o CNS, le domande dovranno essere presentate tramite la piattaforma online, dalle ore 12:00 del giorno 13 giugno 2022 alle ore 12:00 del giorno 16 giugno 2022.

L’istanza dovrà essere compilata dal rappresentante legale dei soggetti richiedenti, come risultante dal Registro delle imprese e firmata, unitamente agli allegati, digitalmente.

Il Ministero del Turismo - entro 60 giorni dal termine di presentazione delle domande - procede alla concessione del credito, in base all’ordine cronologico di ricezione delle istanze.

Alla conclusione delle verifiche istruttorie, entro trenta giorni, il Ministero procede all’autorizzazione per la fruizione dell’agevolazione.

Successivamente le imprese riceveranno la comunicazione attestante l’importo del credito spettante da utilizzare, esclusivamente, in compensazione in base alle le modalità previste dall’articolo 5, comma 7 del decreto interministeriale del 17 marzo 2022.

Si rammenta che il limite delle risorse disponibili è pari a 380 milioni di euro.

Come compilare le domande

Le domande possono essere compilate con le seguenti modalità:

  1. accesso tramite sistema pubblico di identità digitale (SPID), carta d’identità
    elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS) all’apposita procedura on line;
  2. inserimento di tutte le informazioni richieste per la compilazione della domanda;
  3. generazione del modulo di domanda sotto forma di “pdf” immodificabile contenente le informazioni e i dati forniti dal soggetto richiedente e successiva apposizione della firma digitale;
  4. caricamento del modulo di domanda di agevolazione di cui all’allegato n. 1 e dei relativi allegativi, di cui al successivo comma 9 debitamente compilato e sottoscritto;
  5. invio della domanda;
  6. rilascio da parte della piattaforma on line dell’attestazione di avvenuta presentazione ella domanda, recante il giorno e l’orario di acquisizione della medesima e il suo codice identificativo.

La domanda, a pena di inammissibilità, deve pervenire completa delle informazioni previste in ogni sua parte e nei relativi allegati.

Entro 60 giorni dal termine di presentazione delle domande il Ministero del turismo procede alla concessione dei crediti d’imposta sulla base dell’ordine cronologico di ricezione delle domande rilevato dalla procedura online.

Allegati