Domanda di disoccupazione agricola in scadenza

Pubblicato il



Domanda di disoccupazione agricola in scadenza

I lavoratori agricoli e le figure equiparate devono presentare l’istanza di indennità di disoccupazione agricola tra il 1° gennaio ed entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello in cui si è verificata la disoccupazione, pena la decadenza dal diritto.

Pertanto, il 31 marzo 2023 scade il termine per la presentazione della domanda di disoccupazione agricola per i periodi di attività dell’anno 2022.

Si rammenta che l’indennità di disoccupazione agricola è rivolta agli:

  • operai agricoli a tempo determinato (OTD);
  • operai agricoli a tempo indeterminato (OTI);
  • piccoli coloni, compartecipanti familiari e piccoli coltivatori diretti.

Si escludono gli OTI di cooperative e loro consorzi che trasformano, manipolano e commercializzano prodotti agricoli e zootecnici prevalentemente propri o conferiti dai loro soci.

Requisiti

L’indennità è riconosciuta ai lavoratori agricoli in possesso dei seguenti requisiti:

  • risultino iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli dipendenti per l'anno cui si riferisce la domanda o nei casi di rapporto di lavoro con qualifica OTI solo per una parte dell’anno di competenza;
  • abbiano almeno due anni di anzianità nell'assicurazione contro la disoccupazione involontaria;
  • abbiano almeno 102 contributi giornalieri nel biennio costituito dall'anno cui si riferisce l'indennità e dall'anno precedente.

Importo

La prestazione economica spetta nella seguente misura:

  • il 40% della retribuzione di riferimento per gli OTD (da cui viene detratto il 9% a titolo di contributo di solidarietà);
  • il 30% della retribuzione effettiva per gli OTI (in questo caso non si applica la trattenuta a titolo di solidarietà).

L'indennità è erogata direttamente dall'INPS in un'unica soluzione.

NOTA BENE: In riferimento ai periodi di attività svolti nel 2022, con la circolare del 3 febbraio 2023, n. 14, l’Inps ha stabilito che l’importo massimo dell’indennità di disoccupazione agricola 2023 è pari a euro 1.222,51.

Novità legge di bilancio 2023

La legge di bilancio 2023 ha previsto che la contribuzione relativa alle prestazioni agricole di lavoro subordinato occasionale (limitatamente al biennio 2023-2024) è considerata utile per le successive prestazioni previdenziali/assistenziali e di disoccupazione, nonché ai fini della determinazione del reddito necessario per ottenere il rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno.

Presentazione della domanda

Il soggetto interessato potrà presentare la domanda attraverso le seguenti modalità:

  • online sul sito istituzionale dell’INPS;
  • rivolgendosi agli Enti di patronato attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
  • al Contact center al numero 803 164 oppure 06 164 164 da rete mobile.
Allegati