Finanziamenti agevolati alle imprese che perseguono finalità di utilità sociale

Pubblicato il


Finanziamenti agevolati alle imprese che perseguono finalità di utilità sociale

Con il decreto 14 febbraio 2017 del ministero dello Sviluppo Economico vengono disciplinate “Condizioni e modalità per l'accesso da parte delle imprese operanti nell'ambito dell'economia sociale ai finanziamenti agevolati concessi a valere sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca”.

Le risorse destinate ai finanziamenti agevolati in parola sono individuate dal CIPE e, in sede di prima applicazione, fatte salve eventuali successive assegnazioni, sono utilizzate le risorse del FRI individuate con la delibera del CIPE n. 74 del 2015, per un ammontare pari a euro 200.000.000,00.

Di tali risorse, il 60% dell'importo annualmente disponibile è destinato alle imprese classificate di piccola e media dimensione, mentre una quota pari al 25 per cento della predetta riserva è destinata alle micro e piccole imprese.

Il decreto del 14 febbraio 2017 – pubblicato nella “Gazzetta ufficiale” n.  109 del 12 maggio – precisa che, per accedere al finanziamento agevolato, le imprese devono aver ottenuto una positiva valutazione del merito di credito da parte di una banca finanziatrice, allegando alla domanda di agevolazione la delibera di finanziamento assunta per la copertura della percentuale di spese ammissibili.

Il finanziamento agevolato deve essere associato a un finanziamento bancario a tasso di mercato di pari durata erogato dalla banca finanziatrice; il finanziamento agevolato e il finanziamento bancario sono regolati in modo unitario da un unico contratto di finanziamento, per una  percentuale di copertura delle spese ammissibili pari all'80 percento. La quota di finanziamento bancario è pari al 30 per cento mentre il tasso del finanziamento agevolato è pari allo 0,5 per cento annuo.

Nel decreto vengono inoltre disciplinati:

- la valutazione dell'impatto socio-ambientale dei programmi di investimento;

- le modalità di erogazione delle agevolazioni;

- la gestione del finanziamento;

- le variazioni, l’estinzione anticipata e le revoche.