Esonero autonomi 2021, chiarimenti sulle istanze e revisioni rinviate

Pubblicato il



Esonero autonomi 2021, chiarimenti sulle istanze e revisioni rinviate

Facendo seguito agli esiti delle istanze di accesso all'esonero contributivo autonomi 2021, l'Istituto previdenziale pubblica alcuni chiarimenti sui controlli ex ante effettuati sugli archivi centralizzati.

Chiarito che le istanze di riesame dell'esito potranno essere presentate tramite un'apposita funzionalità che verrà emanata successivamente, con il messaggio 26 novembre 2021, n. 4184, l'INPS rammenta che:

  • ai sensi dell'art. 47-bis, inserito dalla legge di conversione 23 luglio 2021, n. 106, la concessione dell'esonero è subordinato alla verifica di regolarità contributiva a far data dal 1° novembre 2021;
  • come precisato dal messaggio n. 3974/2021, gli importi devono intendersi provvisoriamente riconosciuti in attesa delle successive verifiche prescritte dalla normativa di riferimento, ivi compreso il controllo di regolarità successivo alla comunicazione degli importi concessi;
  • nelle ipotesi di accoglimento dell'istanza, la contribuzione dovuta eccedente l'importo dell'esonero concesso deve essere versata entro il 29 dicembre 2021 (30 giorni successivi alla data di pubblicazione dell'importo concesso, fissata il 29 novembre 2021);
  • in caso di reiezione della domanda, l'importo della contribuzione relativa all'anno 2021, scaduta alla data di verifica della regolarità contributiva, ove non versata, sarà richiesto con invito a regolarizzare;
  • dall'esonero contributivo 2021 sono esclusi i contributi, ancorché riferibili alla tariffazione 2021, scadenti successivamente al 31 dicembre 2021 ed i contributi scadenti nell'anno 2021 e riferiti ad annualità precedenti.
Allegati