Entrate, tutti gli indirizzi operativi per le attività di controllo 2022

Pubblicato il



Entrate, tutti gli indirizzi operativi per le attività di controllo 2022

Pubblicata la circolare dell’Agenzia delle Entrate con le indicazioni operative e le linee guida ai propri uffici da seguire sia sul fronte dei controlli che su quello dei servizi ai contribuenti.

La circolare n. 21/2022 del 20 giugno recante “Indirizzi operativi e linee guida per il 2022 sulla prevenzione e contrasto all'evasione fiscale, nonché sulle attività relative al contenzioso tributario, alla consulenza e ai servizi ai contribuenti” è in linea con l’"Atto di indirizzo per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale per gli anni 2022-2024” predisposto dal Mef, oltre ad essere perfettamente coerente con le previsioni contenute nel PNRR riferite alla "Riduzione del tax gap", che prevedono specifiche riforme declinate secondo due direttrici:

  • rafforzare ulteriormente i meccanismi di incentivazione alla compliance basati sull’invio delle comunicazioni ai contribuenti;
  • potenziare l’attività di controllo, aumentandone l’efficacia, anche mediante una migliore selezione preventiva delle posizioni da sottoporre ad accertamento.

Il documento di prassi si articola in tre sezioni, dedicate alle seguenti aree:

1. prevenzione, contrasto dell’evasione e contenzioso tributario;
2. consulenza;
3. servizi.

Lo scopo dell’Amministrazione finanziaria è quello di intercettare anche i numerosi fenomeni di frode che hanno comportato l’indebita appropriazione di somme destinate a fronteggiare, prima, la crisi economica causata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19 e, più di recente, quelle legate alle nuove emergenze energetiche e alla guerra in Ucraina.

La volontà è di indirizzare l’attività di controllo, in via prioritaria, nei confronti dei contribuenti ad elevata pericolosità fiscale e, in particolare, verso coloro che pongono in essere schemi frodatori, anche attraverso l’utilizzo indebito di crediti d’imposta ovvero la percezione di contributi a fondo perduto e ristori non spettanti.

La via che viene indicata alle strutture operative, nello svolgimento delle attività istruttorie, è quella del contraddittorio preventivo, privilegiando, dove possibile e d’intesa con in contribuenti interessati, attraverso l’utilizzo degli strumenti tecnici ed informatici a disposizione, le modalità di confronto a distanza.

Pertanto, sottolinea la circolare che la strategia del controllo dovrà essere improntata ad una significativa individuazione delle forme più insidiose di frodi ed evasioni, effettuando la selezione delle posizioni da assoggettare a controllo in modo da coniugare il principio di equità con quello di proficuità dell’azione amministrativa.

Per quanto riguarda i servizi ai contribuenti, l’Amministrazione finanziaria è orientata a realizzare servizi finalizzati a semplificare gli adempimenti fiscali e a favorire la tax compliance.

A tal fine, saranno sviluppati nuovi servizi telematici quali, ad esempio, quelli finalizzati alla registrazione dei contratti di comodato d’uso gratuito e dei contratti preliminari di compravendita e verranno implementate forme moderne di assistenza a distanza.

Inoltre, l’Agenzia si impegna:

  • a trattare tempestivamente le istanze presentate dai contribuenti per il riconoscimento dei rimborsi e dei contributi a fondo perduto, al fine di immettere liquidità nel tessuto economico e contribuire allo sviluppo dell’economia del Paese;
  • a garantire il continuo aggiornamento dei dati catastali e di pubblicità immobiliare.

Prevenzione, contrasto e contenzioso tributario

La circolare n. 21/2022 specifica che per rendere più efficiente l’attività di controllo, sarà incentivata la cooperazione con la Guardia di Finanza, anche attraverso l’attivazione di tavoli congiunti volti alla soluzione di tematiche di interesse comune.

Le attività di controllo e contrasto agli illeciti verranno divise in base alla grandezza dei contribuenti, che si classificano in:

  • Grandi contribuenti;
  • Imprese di medie e piccolo dimensioni;
  • Persone Fisiche, Lavoratori Autonomi ed enti non commerciali.

Per ciascuna di queste categorie vengono indicate le attività di promozione della compliance.

Nelle attività accertative, l’impegno sarà prevalentemente volto a scoprire frodi a danno dell’Erario, sfruttando al massimo i dati presenti nelle banche dati a disposizione e la cooperazione internazionale.

Inoltre, attraverso l’analisi delle fatture elettroniche e dei corrispettivi telematici, saranno individuate le fattispecie a più alto rischio di evasione.

Relativamente alle verifiche ai grandi contribuenti, il controllo è rivolto verso i soggetti tenuti al versamento dell'imposta digitale. Si legge, infatti, che: “con riferimento all'attività di controllo finalizzata alla verifica della corretta applicazione della disciplina dell'imposta sui servizi digitali, già programmata nel corso dello scorso anno, con particolare riguardo agli aspetti contabili, dichiarativi e di versamento, la direzione centrale grandi contribuenti e Internazionale procederà a condividerne gli esiti con le direzioni regionali, attraverso una successiva attività di formazione rivolta alle relative strutture operative cui sarà demandato il prosieguo di tale attività di controllo”.

Riguardo ai contribuenti di medie dimensioni, al fine di supportare i contribuenti nel corretto adempimento dei propri obblighi fiscali, sono incrementate le attività di promozione per l’adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti titolari di partita IVA, affiancando alle comunicazioni aventi funzione di reminder quelle che, tramite gli incroci centralizzati basati sull’utilizzo dei dati delle fatture elettroniche e dei corrispettivi telematici individuano potenziali maggiori imponibili da sottoporre a tassazione

Entrambe queste tipologie di comunicazione preventiva consentono al contribuente di regolarizzare la propria posizione attraverso il ricorso all’istituto del ravvedimento operoso evitando ulteriori aggravi futuri.

Per le persone fisiche, nel 2022 è previsto l’invio di lettere di compliance finalizzato a favorire il corretto adempimento degli obblighi dichiarativi e a porre rimedio ad eventuali errori od omissioni attraverso l’istituto del ravvedimento operoso.

Nel corso dell’anno, inoltre, saranno elaborate ulteriori comunicazioni aventi la finalità di ricordare ai contribuenti l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi in relazione all’anno di imposta 2021.

Servizi online più semplici e smart

Il capitolo relativo ai servizi informa di nuovi servizi online, o ulteriormente potenziati, in modo da ridurre progressivamente l’esigenza di recarsi presso gli uffici.

La pandemia da Covid-19 ha portato a ripensare la modalità di accesso dell’utenza in ufficio, adottando un nuovo modello di gestione del rapporto con i cittadini.

Nel 2021, infatti, da un lato sono stati sviluppati nuovi servizi web, dall’altro è stata completata l’adozione del nuovo modello di accoglienza dell’utenza secondo il quale gli Uffici ricevono per accesso programmato.

Il nuovo modello di accoglienza prevede accessi programmati, fissati tramite appuntamento prenotabile online, direttamente dalla home page del sito internet, al telefono tramite il numero verde (servizio automatico) o tramite smartphone con l’apposita App. Per i servizi maggiormente richiesti è possibile scegliere la fruizione tramite diversi canali, in presenza, telefonicamente o tramite videochiamata.

Per gestire al meglio l’appuntamento, è stata introdotta la “pre-chiamata”.

Inoltre, potenziato anche il servizio di assistenza telefonica, per soddisfare un maggior numero di utenti e gestire anche gli approfondimenti legati a richieste provenienti da altri canali (come webmail e Civis), mentre i servizi “agili”, ovvero quelli erogati via email o pec, messi in campo durante il periodo emergenziale, lasceranno via via spazio a servizi online e videocall.

Infine, è pienamente operativo l’applicativo “Consegna documenti e istanze”, che consente di inviare documentazione agli uffici dell’Agenzia via internet, in maniera semplice e veloce tramite un canale aperto h24.

Allegati