Delega identità digitale per i servizi INPS, come funziona

Pubblicato il



Delega identità digitale per i servizi INPS, come funziona

Identità digitale come accedere ai servizi INPS e INAIL

Save the date. Ultimo, importante, appuntamento per il passaggio all’identità digitale. Dal 1° ottobre 2021, l'INPS e l’INAIL consentiranno, a (quasi) tutte le categorie di utenti, l’accesso ai propri servizi online esclusivamente attraverso SPID, CIE (Carta Elettronica Digitale) e CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Credenziali INAIL

Le credenziali dispositive INAIL restano attive esclusivamente per i minori di anni 18, gli extracomunitari privi di un documento di identità riconosciuto nel sistema SPID e per i soggetti assistiti da tutori, curatori o amministratori di sostegno (non è, infatti, consentita la delega a terza persona).

PIN INPS

Il PIN INPS verrà ancora rilasciato solo ai cittadini residenti all’estero non in possesso di un documento di riconoscimento italiano.

Come indicato nel messaggio INPS 25 agosto 2021, n. 2926, anche per gli utenti professionali (professionisti, intermediari, operatori di enti, persone giuridiche ecc.) il termine di dismissione del PIN INPS è il 30 settembre 2021.

Gli utenti professionali già abilitati con il PIN manterranno però tutte le abilitazioni ai servizi online già ottenute anche se accedono con SPID o CIE o CNS.

Delega dell’identità digitale: in quali casi

L’INPS concede una possibilità in più: per i cittadini impossibilitati ad utilizzare in autonomia i servizi online l’accesso ai servizi digitali è consentito mediante la delega dell’identità digitale.

Con l’obiettivo di venire incontro alle esigenze di chi è impossibilitato a gestire direttamente il rapporto previdenziale e in attesa che venga dato corso al sistema unificato di delega per la fruizione dei servizi online (articolo 64-ter del Codice dell'Amministrazione Digitale), l’Istituto, con la circolare n. 127 del 12 agosto 2021, ha introdotto la facoltà di delegare l'identità digitale a una persona terza.

Come chiarisce l’INPS (comunicato stampa del 31 agosto 2021), la delega dell’identità digitale non è un “mezzo per regolamentare i rapporti tra cittadini e intermediari che godono di altri strumenti per svolgere il proprio ruolo di rappresentanza”.  La delega dell’identità digitale è invece lo strumento tramite cui gli utenti impossibilitati a utilizzare in autonomia i servizi online dell’INPS possono delegare una persona di fiducia all'esercizio dei propri diritti nei confronti dell'Istituto.

Con la delega dell’identità digitale inoltre i tutori, i curatori, gli amministratori di sostegno e gli esercenti la potestà genitoriale possono esercitare i diritti dei soggetti rappresentati e dei minori.

Delega dell’identità digitale: richiesta all’INPS

La richiesta di delega può essere effettuata presso una qualsiasi sede territoriale dell’INPS, direttamente dal delegante o, in specifici casi, da persona diversa dal delegante (delegato).

Nel primo caso, il delegante deve compilare il modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale (mod. AA08) e esibire la copia del documento di riconoscimento. Una volta registrata la delega, laddove siano presenti i contatti telematici (e-mail, cellulare), viene inviata una notifica al delegato e al delegante. https://www.inps.it/prestazioni-servizi/modulo/891?language=ita

La registrazione della delega può essere è effettuata da persona diversa dal delegante solo qualora si tratti di tutori, curatori, amministratori di sostegno, esercenti la potestà genitoriale e persone impossibilitate a recarsi presso la sede INPS per motivi di salute.

In tali casi per la richiesta va esibita la seguente documentazione: 

Tutori, i curatori e gli amministratori di sostegno:

- modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per tutori, curatori, amministratori di sostegno e minori (mod. AA10 ); https://www.inps.it/prestazioni-servizi/modulo/889?language=ita

- copia del documento di riconoscimento del richiedente;

- copia del documento di riconoscimento del tutelato;

- autocertificazione o copia del provvedimento di nomina emesso dal giudice;

N.B. I tutori, i curatori e gli amministratori di sostegno possono autocertificare la rappresentanza legale ovvero produrre la documentazione che la comprovi..

Esercenti la potestà genitoriale per conto del minore:

- modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per tutori, curatori, amministratori di sostegno e minori (mod. AA10); https://www.inps.it/prestazioni-servizi/modulo/889?language=ita

- copia del documento di riconoscimento del richiedente;

- autocertificazione attestante la potestà genitoriale.

Persone allettate per lunga durata, ricoverate o impossibilitate a recarsi presso gli sportelli dell'Istituto a causa di patologie

- modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per impossibilitati a recarsi presso la Struttura territoriale INPS per motivi di salute (mod. AA09); https://www.inps.it/prestazioni-servizi/modulo/890?language=ita

- attestazione sanitaria prodotta da un medico del SSN attestante l'impossibilità del delegante a recarsi presso la Struttura INPS;

- documento di identità originale del delegante;

- copia del documento di identità del delegato.

N.B. I servizi degli sportelli di sede sono disponibili esclusivamente su prenotazione. Per poter accedere alla sede, quindi, è necessario fissare un appuntamento.

Delega dell’identità digitale: utilizzo e suoi limiti

Ogni cittadino può nominare un solo delegato. Il delegato non può essere designato da più di 5 persone Il limite delle 5 deleghe non si applica ai tutori, ai curatori e agli amministratori di sostegno.

La delega può essere attribuita anche a tempo determinato. In assenza di un termine di validità, si considera a tempo indeterminato, salvo successiva revoca del delegante.

Il delegante può revocare la delega in qualsiasi momento anche attraverso la propria identità digitale, ad esclusione dei soggetti sotto tutela, curatela, amministrazione di sostegno.

Il delegato può accedere ai servizi dell’INPS in luogo del delegante. Autenticandosi con le proprie credenziali SPID/CIE/CNS sceglie se operare in prima persona oppure in luogo e per conto del delegante.

Le attività svolte in luogo del delegante vengono tracciate.

La delega registrata è valida anche per richieste presso gli sportelli dell’INPS.

Allegati