Contributi a fondo perduto, calcolo del calo del fatturato se c’è fusione

Pubblicato il



Contributi a fondo perduto, calcolo del calo del fatturato se c’è fusione

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n. 467 del 13 ottobre, fornisce chiarimenti sull’esatta modalità di calcolo della flessione del fatturato 2020 rispetto al 2019, quale condizione per le imprese per ricevere il contributo a fondo perduto previsto dall'articolo 25 del Dl 19 maggio 2020, n. 34 ("Decreto Rilancio").

Il caso sottoposto all’attenzione dell’Amministrazione finanziaria dall’interpellante è quello di una società che, nel corso del 2019, ha incorporato un’altra società, nel cui volume dei ricavi relativi al mese di aprile 2019 sono entrate anche alcune operazioni intercompany, oltre che operazioni reciproche.

La società colpita dall'emergenza epidemiologica da COVID-19 intende beneficiare del contributo a fondo perduto e chiede, quindi, come effettuare il calcolo dell'ammontare dei ricavi e il calcolo del fatturato per il mese di aprile 2019, tenendo conto del fatto che le società partecipanti alla fusione, prima dell'operazione straordinaria di aggregazione, avevano intrattenuto rapporti economici reciproci.

Secondo l’istante, per verificare il rispetto della soglia dei ricavi e del requisito del calo del fatturato, i dati 2019 della incorporante e della incorporata, una volta sommati, devono essere depurati delle suddette operazioni reciproche.

In assenza di disposizioni normative che prevedano espressamente la necessità di operare delle rettifiche alle modalità di calcolo dei requisiti d'accesso a seguito di operazione di riorganizzazione, l’Agenzia nella risposta n. 467/2020 sostiene che, in caso di fusione, “si verifica il subentro in regime di continuità nelle vicende e nelle posizioni fiscali specificatesi in capo alle società incorporate (o fuse) o scisse”.

Pertanto, per la determinazione della soglia massima dei ricavi occorre far riferimento ai dati aggregati dei soggetti partecipanti (incorporante e incorporata), così come pure per il calcolo della riduzione del fatturato.

Ciò vuol dire che per calcolare la soglia del fatturato annuo si deve far riferimento al dato aggregato riferibile a tutte le società partecipanti, sommando i ricavi propri e quelli dell’azienda incorporata.

Analogamente, il limite del fatturato nel periodo di imposta 2019 resta quello stabilito nel Decreto Rilancio, pari a 5 milioni di euro. Quindi, per il calcolo della riduzione del fatturato si devono confrontare i dati riferibili ai due periodi di riferimento (aprile 2020 - aprile 2019), considerando i fatturati di tutte le società interessate, senza alcuna rettifica.

Allegati Links