CIG Covid, necessario un coordinamento delle norme per i CdL

Pubblicato il


CIG Covid, necessario un coordinamento delle norme per i CdL

Necessario un coordinamento normativo dei testi riuniti nella legge di conversione dei “D.L. Ristori" e una proroga al 31 gennaio 2021 di tutti i termini di trasmissione delle richieste di accesso ai trattamenti di integrazione salariale, scaduti nel periodo compreso tra il 1° settembre ed il 31 dicembre 2020.

È questa in sostanza la richiesta della Presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone, in una lettera data 12 dicembre 2020 e indirizzata al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo.

CIG Covid, nodo da risolvere

Allo stato attuale - sottolinea la Presidente nella lettera - alcuni datori di lavoro, pur nella potenziale facoltà di accedere ai trattamenti di integrazione salariale ai sensi del cd. “D.L. Ristori-quater”, non si trovano nella pratica situazione di poter presentare le relative richieste, a causa della già intercorsa scadenza dei relativi termini.

Dunque, al fine di coordinare l'intero impianto normativo erano stati presentati alcuni emendamenti volti a posticipare i termini di presentazione delle domande, così da assicurare l’accesso – a beneficio dei lavoratori – ai periodi di integrazione salariale emergenziale. Proposte emendative sulle quali l’INPS ha espresso parere favorevole per quanto di sua competenza.

CIG Covid, la richiesta dei CdL

Tuttavia, sembrerebbe che dette proposte emendative non siano state approvate nella serata dell’11 dicembre 2020 presso le Commissioni Bilancio e Finanze.

Detto coordinamento, evidenziano i CdL, è assolutamente necessario al fine di assicurare l’effettiva applicabilità delle norme in commento e che, pertanto, appare opportuno procedere ad un coordinamento normativo dei testi riuniti nella legge di conversione dei “D.L. ristori”.

La norma di coordinamento, anche tenuto conto delle potenziali tempistiche di conversione del decreto legge, dovrebbe prorogare al prossimo 31 gennaio 2021 tutti i termini di trasmissione delle richieste di accesso ai trattamenti di integrazione salariale – ex lege decadenziali – scaduti nel periodo compreso tra il 1° settembre ed il 31 dicembre 2020.

Allegati