Bando Bric 2021: al via le proposte progettuali

Pubblicato il


Bando Bric 2021: al via le proposte progettuali

Pubblicato il Bando Bric 2021 per l’affidamento di progetti in collaborazione di durata biennale, per lo sviluppo di tematiche di ricerca in ambiti peculiari, rivolto a enti di ricerca pubblici e relative articolazioni organizzative, università e relativi dipartimenti, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs).

Oltre ai destinatari istituzionali, possono collaborare ai progetti anche altri enti, in qualità di partner, tra cui regioni, province autonome, pubbliche Amministrazioni (ad esempio Asl, aziende ospedaliere, Arpa), strutture di ricerca delle associazioni di categoria e delle parti sociali. Per l’attivazione del sistema di collaborazioni è previsto un finanziamento massimo per il primo anno di attività di ricerca pari ad € 2.350.000,00.

Ciascun destinatario istituzionale deve inviare la domanda, corredata della proposta progettuale avente ad oggetto una delle quattro tematiche indicate nell’allegato A del Bando, entro le ore 24 dell’8 luglio 2021, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo e-mail bandobric@postacert.inail.it.

Finalità del bando Bric 2021

Con il bando Bric 2021, l’INAIL intende valorizzare e implementare la propria rete scientifica, mediante l’affidamento di progetti in collaborazione di durata biennale, per lo sviluppo di tematiche di ricerca in ambiti peculiari, per il completamento degli obiettivi di ricerca del Piano di attività di ricerca 2019/2021 e in una prospettiva integrata con la prossima pianificazione operativa triennale ai sensi del D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 218.

Bric 2021, i destinatari

I destinatari Istituzionali a cui affidare le suddette collaborazioni sono:

  • Enti di ricerca pubblici e relative articolazioni organizzative interne (ad esempio Dipartimenti) che siano dotate del relativo potere di rappresentanza nei rapporti con i Terzi secondo i rispettivi ordinamenti o in virtù di specifici atti di delega;
  • Università e relativi Dipartimenti universitari;
  • Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico.

Presentazione delle proposte progettuali

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in lingua italiana, deve essere presentata, pena l’esclusione, a firma del soggetto che abbia il potere di rappresentanza del Destinatario Istituzionale nei rapporti con i Terzi, o di un suo delegato, compilando il modulo di cui all’Allegato 1 ed inviata, tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo e-mail “bandobric@postacert.inail.it”, entro e non oltre le ore 24 del giorno 8 luglio 2021.

Alla domanda dovrà essere allegata, a pena di esclusione, la proposta progettuale redatta in lingua italiana o in lingua inglese, secondo il modulo di cui all’allegato 2 del presente bando. L’oggetto della e-mail inviata mediante posta certificata dovrà riportare la seguente dicitura:

  • “Bando BRiC INAIL – Tematica programmatica ID n.____/2021”.

INAIL Bric 2021: criteri di valutazione tecnico-scientifica

La Commissione dovrà preliminarmente procedere alla valutazione della coerenza della proposta progettuale con la tematica individuata dal bando. Per le sole proposte per le quali la suddetta valutazione abbia avuto esito positivo, la Commissione procederà ad attribuire alle stesse un punteggio variabile in base a ciascuno dei criteri appresso indicati:

  • validità ed originalità scientifica della proposta (massimo 35 punti);
  • rilevanza scientifica e grado di trasferibilità (massimo 20 punti);
  • qualificazione tecnico-scientifica del Destinatario Istituzionale, anche in riferimento alle infrastrutture ed alla fattibilità della proposta (massimo 5 punti);
  • qualificazione tecnico-scientifica degli Enti Partner, anche in riferimento alle infrastrutture ed alla fattibilità della proposta (massimo 10 punti);
  • competenza – sulla Tematica per cui si concorre – del Responsabile Scientifico della proposta progettuale e del/dei responsabile/i scientifico/i degli Enti Partner, sulla base dei curricula (massimo 20 punti)
  • percentuale rispetto al costo complessivo e tipologia dei cofinanziamenti (massimo 10 punti).

Il punteggio sarà graduato in base al livello di diversificazione delle voci di spesa che compongono il cofinanziamento. Il punteggio massimo totale raggiungibile è pari a 100 punti, quale somma dei punteggi massimi attribuibili per i singoli criteri di valutazione.

Allegati