Verifiche Inps sui professionisti: in 150.000 iscritti alla gestione separata

Pubblicato il


Come ampiamente annunciato con la circolare Inps n. 23 del 16 febbraio scorso, dedicata agli strumenti accertativi contributivi, sono finiti sotto la lente dell’Istituto di previdenza 150.000 professionisti che a giorni si vedranno pervenire tra la posta in arrivo una comunicazione dell’Istituto che li informa dell’iscrizione d’ufficio nella gestione separata Inps.

Si tratta dell’"Operazione Poseidone 2" attraverso la quale, complice la messa a disposizione dei dati da parte dell’Agenzia delle entrate, è stata attivata la verifica su liberi professionisti che non risultano iscritti a gestioni previdenziali Inps, pur possedendo il requisito della abitualità e prevalenza dell’attività svolta, e che hanno dichiarato un reddito compreso fra i 5.000 e i 20.000 euro nel 2006, coloro che hanno avuto un reddito superiore ai 5.000 euro nel 2004 e quelli che nel 2005 hanno dichiarato più di 5.000 euro.

Il controllo è stato altresì diretto alla posizione di soci di società, soprattutto di società semplici, che hanno dichiarato di svolgere attività prevalentemente commerciale e che non risultano iscritte alla Gestione separata: anche per esse recapito della lettera di iscrizione Inps.

Il Presidente dell’Istituto, Mastropasqua, si è detto compiaciuto dei risultati finora ottenuti, dichiarando che per il 2010 l’ambizione è di raggiungere traguardi ancora più appaganti.
Links Anche in
  • Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 33 – L’istituto “cattura” 150mila partite Iva