Sgravi contributivi per i CdS anche in presenza di istanze incomplete

Pubblicato il



Il Ministero del Lavoro, con circolare n. 31 dell’11 dicembre 2014, ad integrazione della circolare n. 23/2014, ha fornito indicazioni procedurali riguardanti la regolarizzazione di istanze e documentazioni - originariamente irrituali - preordinate alla concessione degli sgravi contributivi per i contratti di solidarietà ex art. 1 della L. n. 863/1984.

Chiarisce la circolare ministeriale che, qualora le suddette istanze risultino incomplete e/o carenti della necessaria documentazione di supporto, sarà inviata alle aziende una richiesta di regolarizzazione ed eventualmente di esibizione dei documenti necessari.

Tuttavia, poiché le risorse sono limitate, la decorrenza cronologica delle istanze originariamente irrituali sarà quella della data successiva in cui verrà acquisita la documentazione di rito richiesta in sede di regolarizzazione.

Conseguentemente, nel caso in cui gli istanti non riscontrino le richieste ministeriali di regolarizzazione, le domande originarie saranno considerate improcedibili, mentre la tardiva regolarizzazione - rispetto al termine di 30 giorni fissato dall’ufficio – comporterà il rischio dell’esaurimento dei fondi stanziati per il relativo esercizio finanziario.
Allegati Links