Servizio di consultazione delle fatture elettroniche. Nuovo rinvio

Pubblicato il



Servizio di consultazione delle fatture elettroniche. Nuovo rinvio

Nuovo rinvio del termine di adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche. A stabilirlo il provvedimento dell’agenzia delle Entrate prot. 1427541 del 17 dicembre 2019, che apporta la modifica al precedente documento del 30 aprile 2018. Si sposta, quindi, dal 20 dicembre 2019 al 29 febbraio 2020 la scadenza entro la quale operatori Iva e consumatori finali possono aderire al servizio di consultazione e acquisizione online delle fatture elettroniche emesse o ricevute tramite Sdi.

Servizio di consultazione delle fatture elettroniche. Nuovo termine

Il nuovo slittamento è dovuto alla previsione di cui all’articolo 14 del Dl n. 124/2019 – Decreto fiscale collegato alla Manovra, divenuto legge – che ha stabilito nuovi termini per la memorizzazione delle fatture elettroniche e ha disposto un ampliamento dell’utilizzo dei dati in esse contenuti da parte dall’Amministrazione finanziaria, dopo l’approvazione da parte del Garante della privacy.

In particolare, il testo dell’articolo stabilisce che i file delle fatture elettroniche, transitati mediante Sdi, restino memorizzati sino al 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello della dichiarazione cui i documenti si riferiscono o fino alla definizione di eventuali giudizi, a prescindere dall'adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche.

Al fine di recepire tale norma, si rende necessario effettuare degli interventi tecnici che richiedono uno spostamento del termine per l‘adesione al servizio di consultazione delle e-fatture.

Adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche

Possono aderire sia i consumatori finali che per gli operatori Iva (o loro intermediari).

L’adesione al servizio va eseguita attraverso una specifica funzionalità disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia predisposta per la dichiarazione dei redditi precompilata.

Gli operatori Iva accedono al servizio di consultazione e acquisizione delle e-fatture online anche dal portale “Fatture e corrispettivi”; anche i consumatori finali ne possono fruire, sottoscrivendo l'adesione al servizio nell'area riservata di Fisconline.

Entro 60 giorni dal termine di scadenza per l'adesione - 29 febbraio 2020 - i file xml delle fatture elettroniche memorizzate e per le quali nessuna delle parti interessate ha chiesto l'accesso alla consultazione, vengono cancellati.

Se, invece, uno dei soggetti chiede l’attivazione, l’Agenzia memorizza tutti i dati dei file e li rende disponibili per la consultazione e il download soltanto al richiedente, contribuente Iva o consumatore finale.

Sono sempre disponibili per la consultazione le fatture emesse e ricevute dal giorno successivo a quello in cui è resa disponibile l’attestazione di adesione al servizio.

E’ possibile recedere dal servizio in ogni momento.

Allegati Anche in
  • Edotto.com – Edicola del 31 ottobre 2019 - Servizio di consultazione delle fatture elettroniche. Slitta il termine per aderire – G. Lupoi