Procura europea (Eppo): operativa a fine 2020

Pubblicato il


Procura europea (Eppo): operativa a fine 2020

Si è insediata ieri, 28 settembre 2020, la nuova Procura europea (Eppo), presieduta dal pubblico ministero romeno Laura Codrua Kövesi e tra i cui componenti è annoverato anche il procuratore italiano, Danilo Ceccarelli.

Indagini europee su reati che ledono interessi finanziari Ue

Si tratta della prima procura sovranazionale dell'Ue e sarà operativa dalla fine del 2020.

La Procura Europea vede la partecipazione di 22 dei 27 Stati dell’Unione (tra i quali, oltre all’Italia, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia e Spagna).

La sua funzione è quella di indagare sui reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione, promuovendo azioni penali relative a violazioni non perseguibili dalla magistratura nazionale a causa dei limiti territoriali.

Anche in
  • edotto.com – Punto & Lex del 13 ottobre 2017 - Consiglio GAI, ok al Regolamento istitutivo della Procura europea - Pergolari