INPS. Nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica per 17.000 unità

Pubblicato il


Con messaggio n. 4373 del 2 maggio 2014 l'INPS ha fornito istruzioni operative per l’applicazione della salvaguardia pensionistica di cui all’articolo 1, comma 197, della Legge n. 147/2013, spettante a ulteriori 17.000 soggetti ed in particolare a:

1. Lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione anteriormente al 4 dicembre 2011 (900 unità);

2. Lavoratori il cui rapporto di lavoro si è risolto entro il 30 giugno 2012 (400 unità);

3. Lavoratori il cui rapporto di lavoro si è risolto dopo il 30 giugno 2012 ed entro il 31 dicembre 2012 (500 unità);

4. Lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato per risoluzione unilaterale, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011 (5.200 unità);

5. Lavoratori collocati in mobilità ordinaria alla data del 4 dicembre 2011 e autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione successivamente alla predetta data (1.000 unità);

6. Lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione anteriormente al 4 dicembre 2011, anche se al 6 dicembre 2011 non hanno un contributo volontario accreditato o accreditabile alla predetta data (9.000 unità).

L’istituto ricorda che i lavoratori di cui ai punti 1), 5) e 6) dovranno presentare domanda all’INPS entro il 16 giugno 2014 mentre i lavoratori di cui ai punti 2), 3) e 4) dovranno presentare domanda alla DTL competente entro la medesima data.
Allegati