INAIL: le linee per informazione, consulenza e assistenza per la prevenzione

Pubblicato il



INAIL: le linee per informazione, consulenza e assistenza per la prevenzione

Il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza INAIL, con Delibera del 9 ottobre 2017 n. 18, ha approvato le “Linee di indirizzo per l’informazione, la consulenza e l’assistenza per la prevenzione”.

Grazie a tali Linee specificate nella Delibera CIV n. 18/2017, gli organi di gestione dell’Istituto saranno impegnati a realizzare i seguenti obiettivi:

  • realizzare un ambiente di consultazione interattivo per agevolare le PMI ad individuare soluzioni tecnico-specialistiche orientate alla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • riorganizzare e strutturare le banche dati INAIL in un’ottica di integrazione delle informazioni disponibili per una loro valorizzazione funzionale alla realizzazione degli obiettivi istituzionali, con differenti livelli di approfondimento in relazione ai target;
  • aggiornare costantemente le informazioni messe a disposizione con particolare attenzione alle novità introdotte dalla normativa e dai risultati della ricerca;
  • sistematizzare il patrimonio informativo già disponibile in INAIL e sulla rete secondo criteri di classificazione tarati sui differenti target di riferimento, per profili di rischio e settori merceologici (codifica Ateco), infortuni e malattie professionali;
  • consolidare il “dialogo” con il coinvolgimento periodico delle Parti Sociali e degli Organismi territoriali INAIL per la condivisione di contenuti a carattere prevenzionale;
  • potenziare il rapporto tra le strutture INAIL che concorrono alla definizione delle attività di prevenzione ed uniformare le conoscenze attraverso una serie di percorsi formativi mirati, finalizzati anche ad una compiuta integrazione delle figure professionali di diversa specializzazione;
  • realizzare il monitoraggio qualitativo delle attività prevenzionali svolte e/o promosse dalle strutture INAIL;
  • sostenere la divulgazione della cultura della prevenzione, anche nelle scuole, valorizzando le esperienze positive e le testimonianze di lavoratori o ex lavoratori vittime di infortunio o di malattia professionale, e degli altri attori della prevenzione;
  • valorizzare gli esiti dei progetti e delle attività di assistenza e consulenza svolti da INAIL Ricerca e le attività sperimentali e di ricerca del Centro Protesi di Vigorso di Budrio, per alimentare la produzione di contenuti di carattere prevenzionale da divulgare, tenuto conto che la qualità dell’attività prevenzionale dell’Istituto è correlata alla trasferibilità delle attività di ricerca.
Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 3 ottobre 2017 – Dal 12 ottobre si comunicano gli infortuni sul lavoro superiori ad 1 giorno – Schiavone