Fondo emittenti locali, nuove risorse per la comunicazione istituzionale anti Covid

Pubblicato il



Fondo emittenti locali, nuove risorse per la comunicazione istituzionale anti Covid

Il Fondo emergenze emittenti locali, istituito dal precedente Governo Conte, con una dotazione iniziale di 50 milioni di euro, era stato pensato con il fine di offrire ricompense a quelle emittenti tv e radio locali che si impegnavano a diffondere la comunicazione istituzionale sulle misure anti Covid-19.

Con decreto direttoriale 13 novembre 2020, il Ministero dello Sviluppo Economico ha disciplinato le modalità di presentazione della domanda di accesso al contributo straordinario, indicando come data di presentazione delle istanze il 28 novembre 2020.

La misura straordinaria introdotta dal decreto Rilancio (DL n. 34/2020) ha avuto successo tanto che anche il seguente Governo Draghi ha deciso di stanziare ulteriori risorse per assicurarsi la collaborazione delle emittenti locali, televisive e radiofoniche, per fronteggiare la diffusione del Coronavirus.

Così, sono stati messi a disposizione altri 20 milioni di euro; di conseguenza, il Ministro Giorgetti ha firmato un nuovo decreto per ripartire le risorse alle emittenti radiotelevisive locali, commerciali e comunitarie, che si impegneranno a programmare la trasmissione di un numero definito di messaggi di comunicazione istituzionale, con l’obiettivo di informare i cittadini e le imprese sulle misure introdotte per fronteggiare l'emergenza Covid e rilanciare l’economia del Paese.

Il nuovo provvedimento individua i criteri per la ripartizione delle risorse, mentre con un successivo decreto ministeriale saranno rese note le modalità di presentazione delle domande e pubblicati gli elenchi delle emittenti radiotelevisive locali, già individuate dall’articolo 195 D.L. 34/2020.

Allegati