Firmato il protocollo d’intesa tra INPS e CNDCEC

Pubblicato il


Firmato il protocollo d’intesa tra INPS e CNDCEC

In data 2 settembre 2021, l’Inps, in persona del Presidente Prof. Pasquale Tridico, e il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, rappresentato dal Presidente dott. Massimo Miani, hanno firmato un protocollo d’intesa con il quale le parti stringono un rapporto di collaborazione volto a rendere più agevole, efficiente ed efficace l’accesso ai servizi da parte dei contribuenti.

L’Istituto previdenziale ha reso note le finalità del protocollo con il messaggio 13 settembre 2021, n. 3082.

Nello specifico, si vuole consentire una maggiore rapidità e fluidità nelle attività di gestione di imposizione contributiva e riscossione, garantendo, altresì, un livello più alto di lotta all’evasione e all’elusione contributiva.

Le ragioni dell’accordo nascono in conseguenza dell’evoluzione normativa, delle innovazioni tecnologiche e dei cambiamenti organizzativi che hanno caratterizzato l’Istituto previdenziale.

Oltre alle finalità suddette, il presente protocollo d’intesa mira a contrastare l’esercizio abusivo della professione, assicurando, in tal modo, il rispetto della legalità e lo svolgimento della professione esclusivamente da parte dei soggetti legittimati, ai sensi dell’art. 1 della Legge 11 gennaio 1979, n. 12, rubricata “Norme per l’ordinamento della professione di Consulente del Lavoro”.

Il protocollo prevede la stipula di Protocolli d’intesa a livello provinciale o regionale, redatti nel rispetto delle linee guida determinate a livello nazionale, con i quali si definiscono le modalità di collaborazione, a livello territoriale, fra l’Istituto e gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

Il Protocollo ha durata di due anni dalla data di sottoscrizione e potrà essere rinnovato per lo stesso periodo, tramite manifestazione di concorde volontà delle parti con atto scritto a mezzo PEC.

Si prevede, altresì, la possibilità di modifiche, integrazioni e/o aggiornamenti del Protocollo, a seguito di successivi interventi legislativi o regolamentari in materia, ovvero di comune accordo tra le parti qualora lo ritengano necessario al fine di ottimizzare il servizio, nel rispetto della normativa vigente.

Allegati