Dimissioni telematiche Commercialisti esclusi dalla procedura

Pubblicato il



Dimissioni telematiche Commercialisti esclusi dalla procedura

Nelle disposizioni integrative e correttive approvate dal Consiglio dei Ministri il 23 settembre 2016, con la modifica del comma 4 dell’articolo 26 del decreto legislativo n. 151 del 2015, tra i soggetti autorizzati alla procedura di trasmissione telematica delle dimissioni sono stati previsti i consulenti del lavoro. Non anche i commercialisti.

In un comunicato stampa del 27 settembre 2016, il Presidente dell'Associazione Nazionale Commercialisti (ANC), Cuchel, spiega come la modifica normativa in attesa di pubblicazione in "Gazzetta Ufficiale" rappresenti una “nuova ingiustificata penalizzazione nei confronti dei commercialisti, l’ennesimo esempio di come le competenze della categoria in materia di consulenza del lavoro continuino a non avere il pieno e doveroso riconoscimento.”.

Cuchel ricorda che la Legge 12/1979, istitutiva della professione di consulente del lavoro, include anche gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, come pure gli Avvocati, tra i soggetti abilitati a svolgere gli adempimenti in materia di lavoro, previdenza ed assistenza sociale dei lavoratori dipendenti.

L’Associazione Nazionale Commercialisti chiede, pertanto, un intervento del Governo che ponga rimedio alla esclusione, ritenuta illegittima, della categoria professionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili dal novero dei soggetti abilitati alla procedura delle dimissioni telematiche di cui al comma 4 dell’art. 26 del decreto legislativo 151/2015.

Allegati Anche in
  • Edotto.com – Edicola 19 luglio 2016 - Dimissioni telematiche Recesso apprendista – Redazione eDotto