Correttezza relazioni tra intermediari e clienti: disposizioni di Banca d'Italia

Pubblicato il

In questo articolo:


Correttezza relazioni tra intermediari e clienti: disposizioni di Banca d'Italia

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 5 aprile 2019, è stato pubblicato il provvedimento della Banca d'Italia del 19 marzo 2019, contenente “Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari - correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti”.

Il testo introduce previsioni modificative del precedente provvedimento, sempre della Banca d'Italia, su “Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari. Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti”, del 29 luglio 2009, per come successivamente modificato.

Recepimento di direttive Ue e TUB

Lo stesso è volto al recepimento della direttiva 2015/2366/UE (PSD2), del capo II-bis, titolo VI, del Testo unico bancario in materia di trasparenza dei servizi di pagamento, nonché delle direttive 2014/17/UE e 2008/48/CE e degli orientamenti dell’Autorità bancaria europea e del Joint Committee delle Autorità europee di vigilanza in materia di gestione dei reclami.

La nuova disciplina riguarda, in particolare, la correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti, ed interviene su tematiche come la pubblicità e l’informazione precontrattuale e contrattuale, i servizi di pagamento, il credito ai consumatori, anche immobiliare, i requisiti organizzativi dei mediatori creditizi e i relativi controlli.

Le modifiche contenute nel Provvedimento di Bankitalia, prima di essere pubblicate, sono state sottoposte a consultazione pubblica nonché accompagnate da un’analisi di impatto della regolamentazione per quanto riguarda il particolare aspetto dell’attuazione degli Orientamenti dell’Autorità Bancaria Europea con riferimento alla remunerazione del personale coinvolto nell’offerta di prodotti bancari all’intera clientela al dettaglio e a quella degli intermediari del credito.

Allegati