Cassa Forense: contributi minimi 2021, riscossione sospesa

Pubblicato il


Cassa Forense: contributi minimi 2021, riscossione sospesa

Sospesa, da Cassa Forense, la riscossione dei contributi minimi 2021, soggettivo e di maternità.

E’ quanto si apprende da un comunicato agli iscritti del 27 gennaio 2021, a firma del Presidente dell’Ente di previdenza degli avvocati, Nunzio Luciano, con cui viene reso noto quanto da ultimo deliberato dal Consiglio di amministrazione della Cassa del 26 gennaio.

Si rammenta che nei giorni scorsi, l’Ente previdenziale, alla luce della situazione emergenziale Covid, aveva adottato ulteriori provvedimenti relativi agli adempimenti previdenziali in scadenza.

In particolare, aveva deciso di prorogare, al 31 marzo 2021, gli adempimenti previdenziali precedentemente sospesi, incluse le richieste di pagamento formulate dalla Cassa tramite bollettini MAV in scadenza al 31 ottobre 2020. Tra questi, tuttavia, non erano inclusi nella proroga i termini di scadenza dei contributi minimi 2020.

Contributi minimi 2021: riscossione sospesa, Mav non producibili

Con il nuovo comunicato, si informa della sospensione della riscossione dei contributi minimi 2021, in attesa dei provvedimenti Ministeriali di attuazione dell’art. 1, comma 20, della Legge n. 178/2020.

Viene specificato che i relativi Mav, con scadenza febbraio, aprile, giugno e settembre 2021, per il momento, “non possono essere prodotti dal sito della Cassa”.

Il Presidente Luciano - nella nota pubblicato sul sito istituzionale di Cassa Forense - anticipa che le ulteriori istruzioni e comunicazioni verranno presto fornite agli iscritti, alla luce dei Decreti Ministeriali che verranno di seguito emanati.

Allegati