Bonus terme: è tempo di prenotazione delle prestazioni

Pubblicato il


Bonus terme: è tempo di prenotazione delle prestazioni

Come comunicato dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalle ore 12 di lunedì 8 novembre i cittadini potranno prenotare il Bonus terme presso le strutture termali che si sono accreditate.

La prenotazione dura 60 giorni a partire dall’emissione. I relativi servizi vanno fruiti entro tale termine.

Invece, dallo scorso 28 ottobre 2021, è attiva sul sito di Invitalia la piattaforma per permettere agli stabilimenti termali di registrarsi per aderire al Bonus terme.

Bonus terme. La misura

Si tratta dell’agevolazione prevista dall’articolo 29-bis del DL n. 104/2020 a cui è stata data attuazione con decreto MiSE del 1° luglio 2021.

La misura è stata introdotta a favore di coloro che acquistano, presso i centri termali accreditati ad Invitalia, uno o più servizi termali. Non sono richiesti particolari requisiti ma solo avere residenza in Italia ed essere maggiorenni.

Qual’è l’ammontare del Bonus terme?

Si può ricevere uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali prescelti, fino a un massimo di 200 euro, che potrà essere richiesto dai cittadini rivolgendosi direttamente agli stabilimenti termali accreditati.

L’eventuale parte eccedente del costo del servizio sarà a carico del cittadino.

Servizi termali: quali sono

Dal MiSE arriva la precisazione che per “servizi termali” si intendono le prestazioni termali incluse quelle di wellness e beauty erogate dagli stabilimenti termali.

L’ente accreditato deve operare nel settore termale delle acque curative, deve essere iscritto nel Registro delle imprese con codice Ateco 2007 96.04.20 “Stabilimenti termali” e deve essersi pre-registrato alla piattaforma online che verrà aperta dal 28 ottobre 2021.

Si specifica che i servizi termali non devono essere già a carico del Servizio Sanitario Nazionale, di altri enti pubblici ovvero oggetto di ulteriori benefici riconosciuti all’utente, fatte salve le eventuali detrazioni previste dalla vigente normativa fiscale sul costo del servizio termale eventualmente non coperto dal buono.

Inoltre:

  • il bonus non è cedibile a terzi (né gratuitamente né dietro corrispettivo);
  • il buono non costituisce reddito imponibile dell’utente e non rileva ai fini del computo del valore dell’ISEE.

Accreditamento dell’ente termale

Per accreditarsi l’ente termale deve inviare una specifica richiesta attraverso il rappresentante legale. Invitalia effettuerà i dovuti controlli sulla medesima e sulla documentazione presentata. Se l’esito è positivo, verrà fatta comunicazione dell’accreditamento e si aggiornerà l'elenco degli enti termali presso cui è possibile prenotare il buono.

Se l'esito è negativo, verrà comunicata all'ente la motivazione del diniego.

Prenotazione del buono

Gli utenti devono effettuare la prenotazione dei servizi presso gli enti termali accreditati a partire dall’8 novembre 2021.

Gli stabilimenti termali inviano la richiesta di prenotazione del buono. Il sistema, dopo la verifica della disponibilità delle risorse, rilascia un documento contenente le informazioni relative alla prenotazione dei servizi accompagnato da un codice univoco identificativo dell'avvenuta prenotazione. Tale documento potrà essere inviato all'utente tramite e-mail o, in alternativa, consegnato all'utente direttamente dall'ente termale.

Allegati