Autoliquidazione, chiesto il rinvio

Pubblicato il


Autoliquidazione, chiesto il rinvio

Con comunicato del 9 febbraio 2016, l’INAIL si è scusato per il disagio arrecato, a causa di problemi sui servizi informatici, ai Consulenti che stanno interagendo con la procedura relativa all’autoliquidazione 2016.

Ciò che sta creando problemi è la procedura ALPI, concepita come servizio per le piccole imprese ma che ha avuto negli anni un crescente tasso di utilizzo, superando tutte le aspettative.

Proprio per questo motivo, l’Istituto ha comunicato che è in fase avanzata di realizzazione una nuova procedura ALPI.

Tuttavia per l’INAIL i malfunzionamenti non hanno finora avuto un impatto significativo sull’effettivo risultato degli invii, grazie anche agli sforzi eccezionali profusi dagli utenti nell’utilizzare i servizi in orari non consueti.

Tuttavia la Presidente dei CdL, Marina Calderone, ha dichiarato che è necessario un rinvio del termine in scadenza il 16 febbraio anche perché non è possibile potersi collegare solo di notte o di domenica.

Anche in
  • eDotto.com – Edicola del 5 febbraio 2016 - Autoliquidazione Inail a rischio – Moscioni