IVA e dazi. Covid-19: importazione merci ancora esente

Pubblicato il


IVA e dazi. Covid-19: importazione merci ancora esente

In presenza del rischio attuale legato alla pandemia da Covid-19, considerata inoltre la carenza di dispositivi medici, la Commissione europea ha disposto la proroga temporale dell’esenzione dai dazi doganali e dall’IVA sull’importazione definitiva delle merci da Paesi terzi, necessarie a contrastare gli effetti della pandemia nel corso del 2020. 

Nella decisione n. 2020/1101 dello scorso 23 luglio (Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L241 del 27 luglio 2020), il rinvio è stato fissato al 31 ottobre 2020. 

Le importazioni effettuate in questo periodo di emergenza sanitaria dagli Stati membri hanno consentito alle organizzazioni pubbliche o alle organizzazioni autorizzate dalle autorità competenti dei Paesi membri l’accesso ad attrezzature mediche e a dispositivi di protezione individuale (DPI) ora carenti. Le statistiche del commercio relative a tali merci dimostrano che le importazioni di questi dispositivi restano necessarie, poiché nel territorio europeo il numero di infezioni da Covid-19 comporta ancora rischi per la salute.  

Per tale ragione, sentiti in merito (il 24 giugno scorso) gli Stati membri, la Commissione europea ha deciso e disposto la proroga.  

Allegati