Alfano promette il Ddl della riforma delle professioni per ottobre

Pubblicato il


All’indomani dell’incontro tra Cup, Pat e il ministro Alfano, per la consegna del documento di principi condivisi da tutti i rappresentanti delle professioni, si parla della promessa del Guardasigilli di un disegno di legge entro ottobre che prenderà vita proprio dal documento citato. È previsto un altro confronto a settembre per una piena collaborazione con le professioni per arrivare ad un testo condiviso e coerente. Il ministro si è complimentato con le delegazioni per la velocità e per il buon lavoro svolto in soli 100 giorni.

Il presidente del comitato unitario delle professioni, Marina Calderone, molto soddisfatta del colloquio, ha commentato: “quello della riforma è un cammino che abbiamo intrapreso con nuovo slancio da quando il 15 aprile il ministro ci ha chiesto di presentare una nostra proposta e che accompagneremo nei diversi gradi di approfondimento”.

Gli 11 punti contenuti nel documento:

- la definizione di professione intellettuale e di modalità del suo esercizio, come intese dall'art. 33 della Costituzione;

- la distinzione da forme di lavoro autonomo che tale caratteristica non rivestono;

- il ruolo ed il sistema degli Ordini e Collegi;

- il percorso relativo al tirocinio e all'accesso;

- la formazione professionale continua;

- l'etica professionale, le norme deontologiche ed il sistema disciplinare;

- le garanzie patrimoniali relative alla responsabilità civile nei confronti dei committenti di terzi interessati;

- la pubblicità e trasparenza;

- le forme organizzative;

- i costi e gli onorari correlati all'entità e alla qualità della prestazione;

- le misure di promozione e di sostegno dei professionisti, in particolare dei giovani.

Links Anche in
  • ItaliaOggi, p. 26 – Alfano si fa garante della riforma – Marino